1208

1208
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

Direttamente dalla California del sud,ecco una nuova band che entrerà nei cuori e negli stereo di molti fans del melodic-punk-core di scuola Epitaph,ma non solo! Scopriamo qualcosa di più sul loro conto,scambiando quattro chiacchiere virtuali con Alex,cantante dei 1208 .

Punkadeka:Vorrestepresentarvi ai kids italiani?Quando avete iniziato asuonare insieme?

Alex(voce):Nonvediamo l’ora di poterci presentare dalvivo..!Andare in tour non è una cosa che abbiamofatto spesso,ma tutti noi vorremmo veramente venirein Europa.Abbiamo iniziato a suonare con questaline-up quattro o cinque anni fa.

Dadove viene fuori il nome della band?

E’l’indirizzo di un appartamento dove andavamo apassare il tempo.Il nostro chitarrista Neshawnconvinse il proprietario di essere uno bravostudente che aveva bisogno di un postotranquillo…poi iniziammo a suonare ed a farecasino quasi ogni sera al 1208,bevendo birra escrivendo le nostre canzoni.In quel periodoconoscemmo anche i Deviates.

”Feedbackis payback” è il vostro primo disco…vi reputatefortunati ad essere già da ora alla Epitaph?

Sìè il nostro primo disco e ci sentiamo davverofortunati ad essere con la Epitaph.Durante il WarpedTour(che è stato il nostro primo tour) si sonoassicurati che suonassimo in tempi decenti,che inostri CD fossero sempre disponibili e ci hannoanche rifornito di birra…sono stati veramentebuoni con noi.Siamo anche molto contenti di esseresu una label indipendente.Oggi sembra che molte punkbands si rivolgano direttamente alle major,masecondo noi la Epitaph ci può dare molte opportunitàper crescere.

Credoche per voi sia stato quasi “sistematico”suonare un certo genere di musica,dato che venitedalla California…

Bèsicuramente c’è una scena in California chepotrebbe “ingabbiarci”,ma durante questi anniabbiamo stretto amicizia con molti gruppi della zonae questo rende il tutto più divertente.

Soanche del tuo background punk,Alex,visto che tuo zioè Greg Ginn. E’ una cosa che può anche pesare daqualche punto di vista?

Gregha sempre supportato la band ed il fatto che il punkrock sia stato un continuum nella mia famiglia rendela situazione molto interessante.Molta gente pensaautomaticamente che lui abbia avuto un ruolofondamentale per farci avere un contratto..il fattoè che lui ha fatto tanto per aiutarci,ma noiabbiamo lavorato sodo anche per conto nostro edobbiamo molto anche al nostro manager Ken Seaton eda Darion Rundall e Fletcher dei Pennywise.

Comesiete entrati in contatto con Fletcher Dragge eDarion Rundall per la produzione del disco?

Fletchersi è interessato a noi dopo aver ascoltato dei demoche gli aveva dato Ken e dopo averci visto dal vivoqualche volta.Con Darion avevamo già fatto qualcosae ci ha dato molti consigli e spunti su quello chedovevamo fare prima di andre in studio a registrare.

Secondome voi somigliate molto ai Pennywise,ma ci sonoanche altre influenze..più nascoste e menoimmediate..

Tuttinoi ascoltiamo differenti tipi di musica,ma il punkrock è stato alla base del nostro suono sin dall’inizio.IBlack Flag,i Pennywise,i Bad Religion e molti altrici hanno influenzato inclusi anche i Fugazi ed altreband più progressive.

C’èun liet-motif nel vostro disco?

Ilnostro liet-motif è questo:quattro tizi selvaggi egiovani che trovano la musica come uno sfogo perl’energia ed il divertimento e l’unica cosa cheha veramente senso.

Cosaè importante mentre suonate?

Lasola cosa che importa è che la gente sia energica enoi dobbiamo sentirci trainati dalla folla.Amiamo ilcoinvolgimento della gente.

Puoifarmi i nomi di qualcuna tra le tue band preferite?

Ognunoha le sue preferite,ma le mie sono:Black Flag,TheGerms,Descendents,Pennywise,Fugazi,At-the-drive-in emolte nuove band più underground.

Ele canzoni che preferisci del disco?

Liesthat lie,Just anyone e Scared Away.Principalmenteperchè sono tra le più recenti scritte ed hannouna solida base rock alle spalle.Tuttavia può darsiche cambi idea con il tempo.

Trai ringraziamenti si leggono anche i nomi dei 98 mutee dei Deviates,quindi siete amici..ma vi sentiteanche in competizione con loro?

Lacosa bella di vivere nella South Bay è che tutte lebands si aiutano a vicenda,Justin dei 98 Mute(JustinThirsk,fratello di Jason compianto bassista deiPennywise-nda) è comproprietario dello Stall#2 (lostudio dove è stato registrato il disco dei1208-nda),così lui e Fletcher hanno dato una fortecontributo nella registrazione.

IDeviates sono sempre stati gentili con noi cosìcome i Pennywise ed i Western Waste.

Nonostantesiate una band giovane ho trovato due siti di fanclub,entrambi francesi..non è una cosa che accadespesso..

Nonavevo idea che esistessero due fan websitefrancesi…sono molto contento che il gruppo siaconosciuto nel mondo e spero che saremo presto intour anche dalle vostre parti.

Conosciqualche band italiana o europea?

C’èqualche band europea che mi piace,come i Radioheaded i Wizo.Penso che il Brit-rock sia forte di questitempi.Mi piacciono anche i Coldplay e band simili,mipiacciono molto di più di band come Linkin Park eLimp Bizkit.

Verreteanche in Italia,quindi? Forse non siete ancora moltoconosciuti qui,ma spero che presto lo sarete..

Comeho già detto,andare in tour è una delle prioritàche ogni band dovrebbe avere e verremo certamente inItalia….spero molto presto!

 


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: