1980-2000 20 Years of Dischord

1980-2000 20 Years of Dischord
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
1980-2000 20 Years of Dischord

Se dovessimo parlare di un ragazzo che compie vent’anni probabilmente diremmo che in fondo è ancora giovane, ma se un’etichetta, per giunta una VERA indipendente, arriva a spegnere tutte queste candeline allora la prospettiva viene stravolta. A tale traguardo è giunta, ormai da un paio d’anni, la Dischord, ovvero l’etichetta di Ian Mckaye e Jeff Nelson e che più di tutte ha fatto crescere e sviluppare la scena hardcore punk (e non solo…) di Washington dall’ ’80 in poi. E questo cofanetto celebrativo raccoglie, partendo dagli indimenticati Minor Threat, e dai di loro antenati Teen Idles, e arrivando fino ai recenti Q and Not U, ben 50 brani su due cd rappresentativi di tutti i nomi che hanno lasciato il segno nella storia della label. Scorrendo la tracklist non possiamo non accorgerci che la storia della Dischord è un po’ la storia di un certo modo di intendere il punk, un modo che bada certo più alla sostanza che non alla forma, e che preferisce concentrarsi sulle canzoni e sulle idee piuttosto che sul resto, e del resto nomi come Dag Nasty, Iron Cross o, su tutti, Fugazi parlano da soli. Gia per questo il cofanetto sarebbe un acquisto quasi obbligato, ma le sorprese non finiscono qui: a corredo dell’antologia vera e propria troviamo infatti un altro compact di brani, tutti inediti, degli artisti già citati, con in aggiunta una breve intervista ai boss dell’etichetta e ben sei clip live, perlopiù risalenti proprio ai primi ’80. Se a questo aggiungiamo che trova spazio anche un bellissimo booklet di 120 pagine con la storia dettagliata sia dell’etichetta che dei gruppi che l’hanno fatta grande nel tempo capite che i 30euro chiesti per portarsi a casa questo gioiellino sono poca cosa rispetto alla storia che si respira tra le 73 tracce qui documentate. I complimenti alla Dischord; come arrivare a vent’anni e non sentirli affatto…


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: