2001: A Punk Odyssey

2001: A Punk Odyssey
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
2001: A Punk Odyssey

In questa compilation prodotta da Ammonia e la Red Hair vengono presentate 28 bands… per la maggior parte Hard Core Melodico e Punk-rock.C’è da dire che tutte le band sono estremamente qualificate sul piano tecnico… ottimi elementi in quasi tutti i gruppi presenti il problema è che a lungo andare si nota una pecca, ahimè, sul piano di creatività.Ma partiamo a presentare a razzo :Aprono gli Autopilot Off che presentano un brano che ricorda molto le atmosfere create dai Grey Area…Chiudono gli Thee S.T.P. che con la loro grande classe compositiva a fine dico fanno di “Countdown” un finale d’autore!!Nel frattempo il cd scorre sulle note degli statunitensi Pollen ( con influenze Farside ), Solarez da Berlino che tra tutti sono quelli che spiccano di più per la sperimantazione stando sulle linee sonore dei Quicksand.Inoltre abbiamo i nostri connazionali Shandon che effettivamente danno del filo da torcere a decine di altri gruppi statiunitensi con questa versione di “Rasta tribes”.Oltre a Shandon ci sono i MadBones suonando “Dog Star” paiono fare il sederino ai Wacky Kids che suonano una “E.L.M.O.” che pare una versione schifosa di “Stickin in my eye” dei NOFX. Di Italiani passano anche i Crummy Stuff con “Fuck Europe”.Da tenere d’occhio gli Spread che ricordano vagamente le linee degli Snuff…( davvero ottimi!! ) e i tedeschi She Male Truble che sfoderano un gran Rock’n’roll… 28 bands sono effettivamente una grande quantità ma i gruppi che ci ricorderemo non sono così tanti!Comunque se vi piace la tarantella-core… ecco a voi il vostro oggetto del desiderio!!!
www.redhair.it www.ammonia.it


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: