BAD ASTRONAUT: Houston: We Have a Drinking Problem

BAD ASTRONAUT: Houston: We Have a Drinking Problem
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
BAD ASTRONAUT: Houston: We Have a Drinking Problem

Si diverte, Joey Cape, a confonderci le carte… quando lo si immaginava al lavoro sul nuovo disco dei LagWagon, che dovrebbe vedere la luce -salvo ulteriori ripensamenti- in questo 2003 appena iniziato, ecco che se ne esce con il primo vero album dei Bad Astronaut. Dopo aver seminato, come nel più classico spirito punk, una manciata di singoli per varie etichette, citiamo per importanza “Acrophobe”, EP del 2001 sempre su Honest Don’s, eccoci al cospetto di “Houston: We have a Drinking Problem”. Dal citato esordio ad oggi la ricetta del “cattivo astronauta” è cambiata, passando da un trio nudo e crudo ad un più vario (e pretenzioso) combo di ben sette elementi che, tra programmazioni e tastiere, riempie il suono e lo stratifica come mai prima d’ora. Le atmosfere sono pop a tutti gli effetti, e del punk di Joey Cape ci sono solo lontani echi in brani quali “Single” e “Off the Wagon” (titolo rivelatore?). Bellissima l’iniziale “These Days”, che rimanda in alcuni momenti ai Radiohead più fruibili. Atmosfere soffuse e pianoforte a far da contrappunto sono i tratti essenziali di “Houston…” che stupisce per le policromia e la qualità dei brani. Adesso capiamo perché il buon Joey tenga parecchio a questo progetto: non il solito hardcore melodico ma una musica difficilmente catalogabile che sicuramente darà parecchie soddisfazioni a tutti i “cattivi astronauti”. Probabilmente vi lascierà perplessi, ma non negate un ascolto a questo disco; potreste pentirvene un giorno


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: