CATWALK: Think rebellion

CATWALK: Think rebellion
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

CATWALK: Think rebellion

L’album dei Catwalk lo definirei come una fresca e simpatica uscita come non si sentiva da tempi ormai remoti.E’ bello ritrovare un Gianluca Mancini (gia’ fondatore dei Vallanzaska) alle prese con un lavoro marchiato ska jazz. Lo stile infatti, come dicono loro, e’ devoto alle influenze “jazzy” di alcuni componenti.

Premetto che prima di una recensione delle singole tracce del disco voglio ricordare che i Catwalk nascono dall’esperienza fatte con Mr Tbone & his jamaican liberation orchestra e che nel 2004 la band la ricordiamo come spalla per il primo tour italiano dei grandi Neville Staple e degli indimenticabili The Specials.

“Thin Rebellion” e’ composto da 11 brani ma solo 4 dei quali cantati. La giusta dose per rendere il tutto un ottimo album con dei bei suoni e delle ottime parti strumentali.Il cd inizia con “Almost Ready”, in pratica l’antipasto di cio’ che ci accompagnera’ per le restanti 10 tracce, infatti, subito dopo si incappa in una delle piu’ belle canzoni del disco ”if you stay”, e devo dire che quella voce leggermente megafonica mi fa veramente impazzire.

Seguono la fusione tra suoni tribali e jazz di “regsoul” e la reggaettona “thin rebellion”.
Se uno a questo punto del disco pensasse di sedersi e socchiudere gli occhi immaginandosi palme e spiagge giamaicane farebbe veramente male!! Ecco appunto che il ritmo riprende con i battiti dello ska in giacca e cravatta di “dancing silk” e in seguito schiocco di dita per le influenze rocksteady di “non e’ un caso” cantata da una romantica voce femminile.

Ok pausa un attimo e relax con “so what” per arrivare ai suoni dei fiati ska che preferisco con “webb city” (secondo me sarebbe ottima come colonna sonora per un film poliziesco…ma resta pur sempre un opinione personale ).Dopo “road map” e “the chicken” l’ultima canzone e’ “to eddie & daddy” introdotta da un duetto di chitarra e clarinetto e continuata dalla band al completo dando spazio a varie parti di soli strumentali.
Un ottimo disco, non mi stanchero’ mai di ripeterlo.
Voto:8

Track List
1. Almost ready 2. If you stay 3. Regsoul 4. Thin rebellion 5. Dancing silk 6. Non è un caso 7. So what (Miles Davis cover) 8. Webb city (Bud Powell cover) 9. Road map 10. The chicken


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
oppure   Accedi con facebook
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >