EARTH CRISIS: Last of the sane

EARTH CRISIS: Last of the sane
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
EARTH CRISIS: Last of the sane

Sette cover, quattro brani inediti ed ecco l’ultimo lavoro targato Earth Crisis “Last Of The Sane”. I cinque americani ancora una volta mostrano tutta la loro energia e potenza in questo album che può essere diviso in due parti: le prime sette cover registrate nel novembre 2000 e gli altri cinque pezzi risalenti ad una registrazione del 1996. Questo spiega le diverse sonorità che si distinguono tra i pezzi: più pesanti i primi e più saturi i secondi. Il timbro globale del cd è naturalemente metal e hardcore, quel sound che a permesso agli Earth Crisis di suonare con gruppi del calibro dei Sepultura, dei Misfits, dei Downset, dei Madball.Diventa facile cadere nella tentazione di affermare che presentare pezzi degli Slayer, dei Led Zeppelin e dei Black Sabbath sia un comodo espediente per ottenere facili consensi, ma in questi casi è necessario prestare attenzione a come le cover vengono arrangiate, tecnicamente eseguite e con quale spirito interpretate… Beh non c’è nulla di eccepibile in questo lavoro degli Earth Crisis che hanno un suono deciso e compatto, impreziosito dalla voce corposa ma anche graffiante del carismatico Karl Buechner. Sorrideranno quindi soddisfatti gli Slayer ascoltando la loro Hell Awaits Intro, e così pure i Black Sabbath per Children Of THe Grave. Ma è davvero esaltante sentire le “nuove” versioni di The Wanton Song dei Led Zeppelin e Paint It Black dei Rolling Stones così come sono ineccepibili Holiday In Cambodia dei The Dead Kennedys e Earth A.D. dei Misfits (già apparsa sul tributo “Violent World: A Tribut to the Misfits”). A questo punto sarebbe facile sfigurare dopo tali pietre miliari della musica mondiale, ma i quattro pezzi degli Earth Crisis sono di alto pregio, in particolare citiamo Broken Foundation e Panic Floods. Questo è un disco da comprare e tenere a portata di mano. I pezzi: Hell Awaits Intro (Slayer) – The Wanton Song (Led Zeppelin) – Children Of The Grave (Black Sabbath) – Paint It Black (The Rolling Stones) – Holiday In Cambodia (The Dead Kennedys) – City To City (DYS) – Earth A.D. (Misfits) – The Order – Broken Foundation – Gomorrah’s Season Ends – Panic Floods.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: