Electric Ruer- The shocking case of the Electric Ruer

Electric Ruer- The shocking case of the Electric Ruer
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
Electric Ruer- The shocking case of the Electric Ruer

Abbiamo già parlato di Amos Villa nella recensione del primo EP del suo progetto “Electric Ruer“, uscito un paio di anni fa. In questi due anni Amos ha fatto quello che ha fatto negli ultimi 20 e passa anni: ha macinato kilometri ed esperienze, che sono confluite in questo nuovo episodio del suo alter ego, narratore di storie assurde/fantastiche di ambientazione campagnola.
Il nuovo EP viene in un ottimo digipack dalla grafica che richiama le locandine dei film horror anni ’50, al suo interno c’è un libretto bello corposo con una storia pensata e disegnata, a cui la musica fa da accompagnamento perfetto. Musicalmente siamo sempre dalle parti del primo EP: garage punk, mischiato a country, blues e un tocco vagamente rockabilly specie nell’andamento di alcuni pezzi.
One foot in the grave” è un country oscuro, lento, alla Johnny Cash nei suoi episodi piu’ depressi, “Zombie country line dance” per contro è un country-rock’n’roll allegro e divertente, cantato in italiano, anche “Briansilvania by night” si muove sulle stesse coordinate ed è forse il pezzo migliore del cd…chiude “Back to the streets“, strumentale che si basa su un riff semplicemente geniale.
Allora, qui trovate tutto l’EP da ascoltare gratis, certo se date una mano ad Amos e lo comprate, magari è meglio, se vi interessa avere anche il fumetto (consigliatissimo) col digipack, cercate le prossime date dell’Electric Ruer sul suo facebook.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: