THE EXILES: Universal Suffering

THE EXILES: Universal Suffering
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
THE EXILES: Universal Suffering

Gli Exiles sono un terzetto punk-rock proveniente da Carlisle (Inghilterra) e Glasgow. Non ne ho mai sentito parlare prima, quindi mi accingo all’ascolto del loro album d’esordio “Universal Suffering” completamente ignaro di chi siano: svariati ascolti mi hanno portato a scoprire una bella realtà del punk-rock d’oltremanica. Il loro sound è una miscela di punk ’77 e rock’n’roll, con alcuni accenni allo ska, che dà origine a un disco davvero ben fatto.

Fin dai primissimi pezzi si capisce quale sarà il filo conduttore dell’album: grinta ma anche tanta melodia caratterizzano brani come Sympathy For Dying Dolls e From Nowhere to Nowhere (uno dei pezzi più interessanti)Durante l’ascolto la mia mente vaga verso il sound di band come Damned, Jam e Clash e il proseguo del disco mi darà ragione: Money Junky Burning Books sembrano uscite fuori dalla testa di Dave Vanian e soci, mentre in Meldown si sente eccome l’influenza Clash (non solo musicale) post-London Calling, influenza che viene confermata dalla successiva The Harder They Come, cover di Jimmy Cliff già riproposta in passato dai Rancid. Sfido chiunque infine a non ammettere che All Alone non potrebbe benissimo essere un pezzo di Paul Weller e dei suoi Jam.

Gran bella scoperta quella degli Exiles, band da tenere assolutamente sottocchio. Per chi volesse saperne di più: https://www.facebook.com/TheExiles e http://www.matchboxclassicsrecords.com/
Passate dalla loro pagina e ascoltate la loro musica, ne vale veramente la pena!

Tracklist:

Sympathy For Dying Song

From Nowhere to Nowhere

Teenage Overdose

Money Junky

Burning Books

Hollywood Lies

Meltdown

The Harder They Come

All Alone

Alphaville


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: