FAREWELL: Isn’t this supposed to be fun?

FAREWELL: Isn’t this supposed to be fun?
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
FAREWELL: Isn’t this supposed to be fun?

Sorprendenti!!!
Si è questo l’aggettivo che mi balza in mente ascoltando questo lavoro dei FAREWELL, new entry in casa EPITAPH.

Sicuramente non per originalità e liriche, ma certamente per intensità e coinvolgimento.
Power-pop-rock zuccherato fin all’ultimo sospiro. Quasi da diabete a tratti.
Fin dai primi secondi “Isn’t this supposed to be fun?” è trascinato da una voce “ruffiana” al punto giusto, che conserva comunque quel background “punk” alla Mark Hoppus (vedi “Stay pretty”), sempre eccezionalmente contornata da multi-cori, che tanto mi ricordano i TAKING BACK SUNDAY di quel capolavoro che è stato “Tell all your friends” (vedi “Start it up”).

L’uso dosato del “sinth” addolcisce ulteriormente queste 13 canzoni, dove la melodia è sicuramente la linea guida tracciata da ogni strumento.
Difficile soffermarsi a pensare qualcosa prima del brano numero 9, talmente è forte l’impatto di questi cinque ragazzi della North Carolina.

Certo la delicata pausa imposta della semi-ballata “WAR” lascia un attimo di respiro all’ascoltatore, ma le ottime linee vocali intraprese dal vocalist Marshall Davis non consentono distrazioni nemmeno in questa occasione.
L’artwork, in perfetto cartoon-style alla HELLOGOODBYE, chiude il cerchio rendendo il prodotto ulteriormente appetibile agli occhi dei più giovani.

Indiscutibilmente perfetto per qualsiasi festa in piscina.
Peccato io le veda solo in TV.
Voto: 7½/10


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: