Punkadeka.it

FLOGGING MOLLY: Swagger

FLOGGING MOLLY: Swagger
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

FLOGGING MOLLY: Swagger

A distanza di tre anni dall’uscita in America di “Swagger”, primo album dei Flogging Molly, finalmente anche in Europa possiamo gustarci questo piccolo capolavoro di questa fenomenale band che tra l’altro tra pochi giorni vedremo all’opera nello “Ska Brawl festival” insieme a band del calibro di Toasters e Voodoo Glow Skulls.

Ricordo ancora quando venni a conoscenza di questa band: stavo ascoltando la compilation del Warped Tour 2000 quando sentii “Every dog has it’s day” primo hit single di questa band, allora per me, sconosciuta e rimasi veramente folgorato. Non resistetti e ordinai subito dall’America questo album e già dal primo ascolto capii subito di trovarmi di fronte ad una delle migliori band di Irish/Folk/Country/Punk dai tempi dei mitici Pogues.

Per chi è già in possesso di “Drunken Lullabies” secondo album, ma primo per il mercato europeo, sà già di quello di cui stò parlando. E’ come se il mai troppo compianto Johnny Cash insieme al mitico Mike Ness si mettessero a suonare insieme ai Pogues. Il loro potente sound fatto di questo miscuglio magico di melodie ti rapisce e se chiudi gli occhi ti troverai in men che non si dica in un vecchio saloon del Far West o in un vecchio Irish pub in cui scorre birra a fiumi sui tavoli.
Questo album è decisamente più folk e country di “Drunken Lullabies” in cui la band aveva decisamente dato un colpo sull’acceleratore alla velocità del loro sound. Come si fà a resistere a canzoni come “Every dog has it’s day” o le splendide “Life in a tenement square” o “Devil’s dance floor” che hanno un flauto dionisiaco e che insieme ad un violino che detta il ritmo delle danze regala emozioni incredibili. Divertenti e ballabili sono invece “Selfish man” o la scanzonata “Sentimental Johnny”, di reminescenza “Poguesiana” invece è “Black friday rule” mentre di stampo prettamente Irish sono “Grace of God go I” o “Far away boys”.
Un album fatto di dodici possibili hit single che regalano emozioni e divertimento a non finire…

Voto : 9 (La scena ha bisogno di band come queste!!)

Tracklist
1. Salty dog2. Selfish man3. The worst day since yesterday4. Every dog has it’s day5. Life in a tenement square6. The Ol’ Beggars bush7. Black friday rule8. Grace of God go I9. Devil’s dance flor10. These exiled years11. Sentimental Johnny12. Far away boys


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
oppure   Accedi con facebook
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >