FORTY WINKS: Sweet Sweet Frenzy

FORTY WINKS: Sweet Sweet Frenzy
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

FORTY WINKS: Sweet Sweet Frenzy

Noi italiani abbiamo sempre avuto l’abitudine di vedere l’erba del vicino più verde e considerare la musica estera superiore a quella degli artisti di casa nostra. Forse un tempo sarà pur stato cosi ma ormai questa cosa è superata e le nostre band sfornano produzioni di ottima qualità che non hanno nulla da invidiare a band più celebri e blasonate della scena e il fatto che “Alternative Press” abbia messo questa band tra le 25 promesse della musica internazionale e i loro costanti tour mondiali la dicono lunga.

I Forty Winks posso affermare senza paura di esser smentito sono una delle migliori realtà della nostra scena e piano piano stanno trovando il proprio posto al sole anche al di fuori dei nostri confini. Il successo che sta premiando i tanti sforzi fatti da parte di questa giovane band bolognese sono più che mai giusti e meritati e con questo ”Sweet Sweet Frenzy” fanno un ulteriore, fondamentale direi, passo avanti nella loro carriera.
La band bolognese si muove sul sottile filo di rasoio che divide un classico catchy pop-punk e le sonorità proprie della attuale scena emo. La registrazione avvenuta presso l’ormai celebre West Link di Pisa è pressoche perfetta e rende giustizia alla loro tecnica compositiva e artistica.
L’album apre con la track che dà pure il titolo all’album “Sweet Sweet Frenzy” che ha tutte le carte in regola per diventare un hit-single di quelli che lascerà il segno. Le melodie accattivanti e i testi che non si limitano ai topoi musicali diventati classici della scena emo, che identifica sempre più spesso emozioni con testi smielati ai limiti del diabetismo cronico, rapiscono sin dal primo ascolto l’ascoltatore.

I Forty Winks poi non si limitano solo al pop-punk/emo ma decidono di cimentarsi anche in campo acustico e ci regalano la splendida “Overdue” che ci permette di apprezzare la band anche in campi diversi da quelli battuti solitamente.
Nella versione italiana inoltre i Forty Winks ci regalano ben tre bonus tracks che arricchiscono ulteriormente questo già di per se ottimo album.

Voto : 7 ½ (Non c’è che dire, sono proprio “Forty”)

Tracklist
1. Sweet sweet frenzy2. The neon nights3. The day I trusted you4. Another goodbye5. Just a little6. Red phone box7. Overdue8. Stars keep shining (Bonus track)9. Surrender (Bonus track)10. The big turnover “Live in Japan” (Bonus Track)


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: