Punkadeka.it

HOLIDAY WITH MAGGIE: Welcome to hope

HOLIDAY WITH MAGGIE: Welcome to hope
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

HOLIDAY WITH MAGGIE: Welcome to hope

Ecco tornare sulla scena gli svedesi “Holiday with Maggie” che pubblicano la loro terza fatica discografica con la nostrana Wynona Records. Sulla scena da ormai 7 anni, questo dovrebbe essere quello che i critici definiscono l’album della “maturità”. Mi trovo alquanto in imbarazzo nel recensire questo disco perché il loro genere rientra perfettamente, sembra quasi un prototipo a dire il vero, di quello che aborro come genere musicale.

 L’album è composto da 11 tracce che scorrono sul filo del pop scivolando molte volte nel burrone della banalità. La band ha grandi capacità nel creare melodie orecchiabili ma che poi riempie di coretti, tastiere e gorgheggi vari che sminuiscono le loro capacità. E’ difficile capire se lo facciano per moda o per sincera stima nel genere, fatto sta che non inventano nulla di nuovo, quello che fanno lo eseguono con una originalità prossima allo zero e con una banalità che è difficile sentire in giro..

 Nell’album riusciamo a salvare qualche traccia come ad esempio “From Sweden with Love” che sebbene si discosti solo leggermente dalle altre tracce, quanto meno ogni tanto riesce a tirare fuori le unghie per graffiare, come anche “Stolen parts and broken hearts”. Traccia migliore nell’album è probabilmente la cover di “Don’t tell me” di Avril Lavigne, forse l’unica traccia veramente Punk dell’album.   

Mi dispiace, è più forte di me ma sentirmi queste melasse mi blocca decisamente la digestione. I buoni cari vecchi Lunapop in confronto sembrano i Metallica o gli Iron Maiden per intenderci. Quei coretti alla Bee Gees rendono l’intero disco ancora più monotono. Le tastiere rendono le canzoni perfette per fare da colonna sonora a “Kiss me Licia” o “Lady Oscar”. Insomma qualcosa che proprio non riesco a concepire come musica.   

La mia sincera ammirazione per la Wynona Records penso sia leggibile in tutte le recensioni e mi stupisco quando mi spedisce questi prodotti che sono al di sotto della qualità media della label che è tra le più alte in Italia. Band come “Meanwhile” o “The Rituals” deridono allegramente questi biondi svedesini! Consigliato a tutti gli amanti degli “All American Rejects”

 Voto: 4 ¼

 Holiday With Maggie Italian Tour 19/04 – 24/ 04 (Genova, Roma, Vicenza, Modena, Livorno, Milano)

Tracklist:
 1 ) Leaving with the lights on 2 ) From Sweden with Love 3 ) 17 days from now4 ) Stolen parts and broken hearts5 ) Don’t tell me 6 ) Mistakes and accidents 7 ) Ghost world 8 ) A memory of clarity  9 ) Overrated 10 ) Touched by the world 11 ) High on life 


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
oppure   Accedi con facebook
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >