INDIEBOX SUMMER FESTIVAL

INDIEBOX SUMMER FESTIVAL
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

Intervista speciale in occasione dell’Indiebox summer festival … Dieci domande speciali alle band italiane partecipanti.

A che età hai comprato il primo disco e qual’era?

Ale (Omini Verdi): mischia…vediamo…credo fosse lo zecchino d’oro o il vinile dei puffi…ricordo di aver rotto le palle ai miei per un sacco di tempo…però spaccavano tantissimo!

Diego (Pig Tails):14 anni, “What’s the story morning glory” degli Oasis.

Ettore ( Cattive Abitudini): Non ricordo che anno era, ma la cassetta si. Era di Francesco Salvi, non mi ricordo se si chiamava “Esatto” o “C’è da spostare una macchina”. Peccato che l’ho persa tantissimi anni fa.
Giacomo (Standing Still): Se non ricordo male dovrebbe essere “Nevermind” dei Nirvana, avevo 14 anni

Marco (DDR): Vediamo..se non ricordo male a 13 anni ho comprato So Long And Thanx For All The Shoes dei mitici NOFX…e i miei amici mi prendevano per il culo perché questo gruppo aveva il nome ridicolo…mhà..

…e l’ultimo?

Ale (LIDOV): hemm…di solito me li passa Mauri l’omino batterista…comunque ultimamente sto ascoltando i NO TRIGGER e mi piacciono un sacco!

Diego (PT): Poco tempo fa ho comprato la raccolta dei singoli dei “Briefs”.

Ettore (CA): “A matter of life and death” degli Iron Maiden.

Giacomo (Standing): Una limited edition di “Morning View” degli Incubus.

Marco (DDR): The Suffer and The Witness dei Rise Against e With Devils Amongst Us All dei Walls Of Jericho…potentissimiiiiiii!!!!!

Quando e perchè hai capito che il Punk sarebbe stato la tua musica per la vita?

Ale (LIDOV): L’ho capito circa 13 anni fa…il perché? Perché rispecchia tutto quello in cui    credo, perché è libertà, è velocità, è rabbia, è adrenalina, ed è soprattutto una musica diretta che non ha mezze misure.

Diego (PT): L’ho capito nel momento in cui mi son trovato per la prima volta in una sala prove con gli altri due del mio gruppo. Eravamo tre incapaci totali che trovavano nello stare insieme a divertirsi e a suonare l’unica cosa interessante all’interno delle noiose giornate vissute in una piccola città di provincia povera di stimoli ed opportunità.

Ettore (CA): Quando sono tornato da Los Angeles e un mio amico mi ha fatto sentire che non c’era solo il death metal.

Giacomo (Standing): In realtà non credo che ci sia stato un momento preciso, né tantomeno una motivazione particolare, è avvenuto tutto in modo molto naturale e fisiologico!

Marco (DDR): Quando mi ha fatto vedere e capire di essere diverso dagli altri…quando mi ha fatto capire che con LUI potevo comunicare qualcosa !!!!!!! Poi perché il Punk è circondato da: alcool, droga, pazzie…ecc ecc… un mondo stupendo!!

Scegli la risposta che rappresenta al meglio la tua idea e spiega il perchè: quando hai inziato con il Punk rock cosa hai ditto a te stesso?:

a)     Voglio spaccare!

b)      Voglio ubriacarmi più che posso!

c)      Voglio s********e più che posso!

Ale (LIDOV): Scelgo la risposta “a”perché di ubriacarmi lo facevo da prima, di s********e non ho fortunatamente mai avuto momenti di carestia! Mi son detto “voglio spaccare” perché per me la musica è sempre stata la prima ed unica grande passione, e col punk ho trovato la forma migliore per esprimermi. Quando la melodia il ritmo e le parole unendosi ti fan provare sensazioni che nessun’altra cosa ti fa provare…una specie di orgasmo con pelle d’oca incorporato…ecco, allora in quel momento una voce dentro di te ti dice: “ si, questa è la strada giusta, seguila e spacca!” ed è per questo che mi son detto “voglio spaccare”.

Diego (PT): Io sinceramente non sceglierei nessuna delle tre.. Quello che abbiamo detto a noi stessi è stato semplicemente “vogliamo suonare”, e da allora abbiamo sempre e solo pensato a quello senza porci mai troppi problemi riguardanti la capacità o meno di farlo.. Abbiamo sempre pensato che più avremmo suonato e più avremmo avuto delle possibilità di creare qualcosa di qualità che potesse prima di tutto dare soddisfazione a noi stessi e poi a qualcuno che avrebbe potuto apprezzare  nella nostra musica quello che è il nostro spirito e la nostra passione.

Ettore (CA):  A)Voglio spaccare: è sempre stato il mio sogno suonare in giro il più possibile mettendo più energia possibile sul palco. Scopare e ubriacarmi posso farlo anche a casa.

Giacomo (Standing): Dovendo scegliere direi la “a” per il semplice fatto che spaccare è un requisito fondamentale, cosa che non si può dire delle risposte “b” e “c”!

Marco (DDR): Sicuramente: voglio spaccare!!!!! Subito dopo è subentrato voglio ubriacarmi più che posso…ahahahaha!!perchè secondo me dopo un bel concerto e dopo che hai SPACCATO ti devi ubriacare.

Così con una bella vomitata prima di andare a letto (o la mattina quando ti alzi, vedi Alessio) puoi veramente dire che la serata te la sei vissuta!!!

Qual’è secondo te la miglior canzone Punk rock in assoluto?

Ale (LIDOV): Dipende dai momenti!Cazz…non è facile rispondere…potrei dirtene un sacco, da “Story of my life” dei social distortion a Give it all dei rise against…o Generator dei Bad Religion…boh, scegli te!

Diego (PT): Personalmente ritengo che “Neat,Neat,Neat” dei Damned sia nn solo la prima canzone punk, ma anche la miglior canzone punk.

Ettore (CA):  “Non si può” della Perazza’s band, un gruppo punk dalla provincia di Treviso.

Giacomo (Standing): Bhe, direi “Linoleum” dei Nofx per una questione affettiva

Marco (DDR): mmmm…difficile sceglierla… a me piacciono tutte… però se devo proprio scegliere “Let Them Eat War” dei Bad Religion. È di una potenza assoluta e poi è veramente bella e ben fatta!!!!

Qual’è stata la miglior band con cui hai condiviso il palco?

Ale (LIDOV): Strike Anywere, anche se in quel periodo io non ero ancora rientrato ufficialmente nel gruppo (pausa di un anno e mezzo…) ma ero con loro quella sera e ho condiviso tutte quelle sensazioni che provavano gli omini…e poi mi son sempre trovato molto bene con tutti i gruppi della indiebox, siamo come una famiglia!

Diego (PT): Abbiamo avuto diverse ottime esperienze. Siamo parte di un’etichetta fatta di gruppi con i controcazzi dai quali impariamo molto ogni concerto (Omini Verdi, Cattive Abitudini, Standing Still e DDR). Al di fuori dei gruppi dell’etichetta direi senza dubbio gli Hormonauts. Grande capacità tecnica, grande spirito, ottima musica e ottime persone. Loro sono una band che stimiamo sotto ogni punto di vista.

Ettore (CA):  Ska-p

Giacomo (Standing): Con estrema sincerità e non per ragioni di circostanza rispondo senza dubbio che i gruppi Indiebox sono la compagnia migliore che ci si possa augurare.

Marco (DDR): Bè..mi metti un po’ a disagio…tutte le band con cui abbiamo condiviso il palco sono state professionali e disponibili…tutte eccellenti!!!! Sicuramente ogni band al il suo pregio e il suo difetto… ma chi è che non li ha!?????

 …e la peggiore?

Ale (LIDOV): Cazzo che domanda bastarda!non c’è nessuna band con la quale mi sia trovato male a suonare, non mi piace la rivalità tra i gruppi e apprezzo qualsiasi band salga su un palco per farsi sentire.

Diego (PT): mah, ce ne sarebbero almeno una decina a parimerito.. sicuramente la cosa che accomuna queste band nn è tanto la qualità della musica, quanto più il senso avariato dell’essere una band. Poco rispetto per gli altri gruppi della serata, mancanza di professionalità, mancanza di organizzazione ecc.. A noi danno fastidio le band che pensano che tutto gli sia dovuto.

Ettore (CA): Anarcotici.

Giacomo (Standing): Un gruppo screemo di cui preferisco non fare il nome con cui abbiamo suonato di recente.

Marco (DDR): Eh si…questa la so!!!in uno dei primi concerti dei DDR ci fù una band di ragazzetti pasticcioni e confusionari ad una festa del 1° maggio; mi ricordo che questi tipi, non si erano portati niente… ho dovuto prestargli perfino le bacchette…mhà… oltretutto suonavano anche male!!non mi ricordo come si chiamavano e poi non credo suonino ancora!!! Bhò..ma chi se ne frega… so solo che quel giorno mi sono incazzato di brutto, perché volevano avere pure ragione!!!!

Scegli la risposta che rappresenta al meglio la tua idea – nei Sex Pistols era più

importante

a)      La figura carismatica di Johnny Rotten

b)      La figura autodistruttiva di Sid Vicious

c)      I pompini di Nancy, fidanzata di Sid Vicious

Ale (LIDOV): La figura di Sid Vicious senza dubbio, era l’immagine che il signor McLaren voleva dare del punk rock…e credo che ci sia riuscito benissimo!Anche se per me il punk rock non significa autodistruzione ed essere strafatto dalla mattina alla sera, per me quello significa essere deboli!

Diego (PT): Senza dubbio Johnny Rotten. Adesso dico una cosa che mi attirerà diverse critiche, ma sinceramente Sid Vicious manco lo considero quando penso ai Sex Pistols. Rotten è stato l’anima e la personalità della band.

 Ettore (CA): d)il manager.

Giacomo (Standing): Potrei aggiungere una risposta “d”?!!

Marco (DDR):La C la C la C…accendiamola!!!!!!!!

 Qual’è la tua birra preferita?

Ale (LIDOV): HB

Diego (PT): Tra quelle di largo consumo prenderei la Becks.. non che sia buonissima, ma era quella che bevevamo sempre appena iniziato a suonare.. è una specie di legame affettivo. Da un punto di vista qualitativo la birra migliore è quella della forst cruda che ti danno su in montagna nello stabilimento.. è buonissima, soprattutto se abbinata ad un panino con lo speck.

Ettore (CA): bevo rum.

      Giacomo (Standing): Hoegaarden!

      Marco (DDR): Senza dubbio la SLALOM… picchia duro ed è buonissima!!!!

Qual’è la più bella ragazza che sogni di farti nel tuo letto ogni giorno?

Ale (LIDOV): ………….me la sto facendo, la sto costruendo con della gomma piuma e del filetto di manzo tagliato fine fine per le parti intime…poi te la farò provare!

Diego (PT): Difficile a dirsi.. forse ultimamente penso troppo spesso a donne oltre i 40 anni.. 

Ettore (CA): la mia.

Giacomo (Standing): Presente il myspace delle Suicide Girls? La ragazza della terza foto che, aimè, è stata rimossa un paio di mesi fa.

     Marco (DDR): Eh eh eh..bella domanda..ne avrei tante!!! Ne posso dire due!??? Thaiss (la  velina) ed Asia Argento!!!!!

Qual’è la tua marca preferita di Preservativi?

Ale (LIDOV): Hatu

Diego (PT): non che io sia un appassionato di preservativi, ma se proprio devo scegliere rimango sulla linea classica ma efficace del “settebello”.  Le stravaganze in materia di preservativi nn mi piacciono.. preferisco stare sul classico.

Ettore (CA): mai usati e per fortuna non ho preso mai nessuna malattia.

Giacomo (Standing): Durex! Esiste vero?!

       Marco (DDR): Sai che non me lo ricordo…non l’ho più usati…però mi sa che dovrò  ricominciare…Te che mi consigli!??? Love, Jeans…Settebello!???? tanto è tutta plasticaccia che ti dà noia, però molto utile!!!!! 

Te lo sei mai misurato? Chi è il piu dotato nella band?!

Ale (LIDOV): Non me lo sono mai misurato…si vocifera che sia io, ma non se la cavano mica male nemmeno gli altri omini!…abbiamo dei c***i alieni noi!

Diego (PT): Me lo son misurato fino ai 16/17anni. Ora ho un rapporto col mio pene molto amichevole. Parliamo spesso del più e del meno, lui mi racconta le sue esperienze, io le mie, lo coccolo, lo tengo pulito. Insomma, direi che siamo ottimi amici, e l’idea di misurarlo mi sembra quasi una mancanza di rispetto nei suoi confronti.. Alla fine io lo apprezzo per quello che è.. credo sia esteticamente uguale a quello di tutti gli altri, ma è nella sua anima che trovo un amico in cui credere.. Nn ho mai pensato che il mio pene dovesse diventare un giocatore di pallacanestro, quindi ritengo che la sua statura sia adatta a condurre una vita soddisfacente.

Nella band nn so chi sia il più dotato. Come gruppo siamo soliti esibire prevalentemente i testicoli, e posso dirti che è una gran bella lotta su chi li ha più grossi e pelosi.. 

Ettore (CA): come spiego nella chiacchierata che è contenuta alla fine del nostro primo disco , sono io che sono nettamente più dotato dei compagni , peccato che abbia anche problemi di erezione che vanificano il mio dono di natura.
Giacomo (Standing): Certo! A 13 anni ero intorno ai 27 cm di lunghezza, ma devo dire che Ale, il nostro chitarrista, è il più dotato, sfiora il mezzo metro!

      Marco (DDR): Guarda me lo misuro adesso…18 cm dal pelo (eretto)..ahahahahah….Vuoi sapere chi è il più dotato!??? Penso Selina….

…lo vorresti più lungo?

Ale (LIDOV): Mi va benissimo così…non saprei dove metterlo!

Diego (PT):Più lungo no, ma lo vorrei prensile, in modo da riuscire a prendere il telecomando, tenere la birra quando devo accendere la sigaretta, grattarmi quando avverto fastidiosi pruriti intimi.. E’ un peccato che non abbia le dita.

Ettore (CA): tanto non servirebbe a niente.

Giacomo (Standing): No no, sto bene così, grazie!

      Marco (DDR): Dio bò…CERTO CHE SI!!! Ci vorrei andare a zappare l’orto o a giocarci a golf…

14)  Qual’è il tuo motto nella vita?

Ale (LIDOV): Non lasciarti mai calpestare da chi crede di esserti superiore.E poi quello classico : W la figa!

Diego (PT): Il mio motto fa così: 1, 2, 3 ,4 …. (Ramones style)

      Ettore (CA): Con il punk rock voglio a = spaccare b = ubriacarmi più che posso  c = scopare   più che posso.

Giacomo (Standing): Carpe Diem!!

      Marco (DDR): Adesso come adesso…GUARDA SEMPRE AVANTI!!!! Perché se ti fermi e ti volti a guardare ciò che è passato o ciò che hai fatto…bè sei fottuto!!!!!! Non voltarti MAI!!! Quello che è passato è passato… sembra una cosa banale ma non lo è affatto!!!!


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: