Intervista agli Scarlet and the Spooky Spiders

Intervista agli Scarlet and the Spooky Spiders
A cura di   |     |  
 1 Commento

scarlet2

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Scarlet_Spider, cantante degli Scarlet and the Spooky Spiders, band che suona un glam-punk sporcato da rockabilly, metal e horror punk, che si alterna tra Misfits, Wednesday13, Alice Cooper, Cramps e compagnia bella, il tutto supportato da un songwriting veramente all’altezza. Abbiamo beccato la band appena tornata dal tour europeo dell’anno scorso, ecco cosa ci hanno raccontato:

1 – COMINCIAMO BANALI, PRESENTATE LA BAND AI LETTORI CHE ANCORA NON VI CONOSCONO. DI DOVE SIETE, CHE GENERE FATE, BREVE STORIA, ECC…LE INFO DI BASE INSOMMA.

Ciao, sono Scarlet_Spider , frontman e lead singer degli SCARLET AND THE SPOOKY SPIDERS. Siamo in circolazione dal 2004, la formazione originale comprendeva 4 elementi (chitarra , basso , batteria e voce ), da ormai alcuni anni abbiamo integrato una seconda chitarra in formazione. Siamo un band “punk” nel senso più ampio e “datato” del termine, siamo da sempre completamente auto prodotti e abbiamo all’attivo 1 mini Cd: Pop Up Your Eyes and…Thrill ! (2005) e due CD , Blood On The Tracks (2007) e Weird Creatures (2014) oltre a varie presenze su compilation straniere e italiane. La band ha la sua base logistica a Livorno dove c’è da sempre la nostra sala prove, ma i componenti si dividono su più città (Livorno, Lucca, Genova). A livello di “genere” per quanto tutto sia poi rivedibile, si può dire che suoniamo un r’n’r sguaiato e diretto, con forti influenze glam rock anni ’70 e varie sfumature punk rock dei primi anni ’80. I testi sono generalmente di matrice horror con varie gradazioni di “serietà”. Abbiamo ormai alle spalle un lunga carriera live con innumerevoli date in Europa e in Italia. Solo nell’ultimo recente tour abbiamo toccato Italia, Austria, Slovacchia Repubblica Ceca, Germania, Svezia e Danimarca con 14 date in 18 giorni di tour. Negli anni scorsi abbiamo suonato dalla Polonia all’Olanda al Portogallo, sia in rock club che in Festival specifici. Ovviamente quando troviamo le caratteristiche minime per poterci esibire non disdegniamo affatto le date in Italia, anche qui da Milano, Torino, Firenze fino a Roma o Taranto.

2 – IL VOSTRO LATO MIGLIORE SECONDO ME È IL FATTO CHE RIUSCITE A NON RISULTARE TROPPO “ITALIANI”. E’ UNA COSA VOLUTA, AVETE AGITO IN UN CERTO MODO O SUCCEDE PER CASO?

Molto semplicemente l’attitudine “esterofila” se proprio la vogliamo chiamare così, ci viene naturale per motivi ovvi di cultura musicale. Siamo tutti cresciuti come musicisti ascoltando SOLO band inglesi o americane o comunque band che si esprimevano in inglese per quanto concerne i testi e in un determinato modo per quanto riguarda la parte prettamente musicale. Io personalmente che di solito mi occupo della parte compositiva iniziale, dei testi e delle linee melodiche della voce trovo perfettamente naturale esprimermi in inglese. Dunque nessuna ricerca particolare né “caso”… semplicemente ci viene così. Avrei probabilmente più problemi a comporre in italiano, cosa che ho provato a fare raramente e non sempre con risultati apprezzabili.

3 – PARLACI DI “WEIRD CREATURES”, COME È NATO, CHE CARATTERISTICHE MUSICALI HA, DOVE SI PUÒ TROVARE, ECC…

Weird Creatures” è il nostro ultimo CD, come ogni nostro lavoro discografico nasce dagli ultimi anni di composizione con la band. Tra il 2010 e il 2012 abbiamo avuto un po’ di problemi logistici a trovare un batterista nuovo una volta che la nostra collaborazione con BolloX era terminata (in maniera completamente amichevole.. ci tengo a sottolinearlo). In quel periodo comunque il lavoro sui brani nuovi è continuato in sottofondo per dire e una volta trovato il nuovo drummer Mad Dave, ci siamo buttati in studio per registrare i 13 brani scelti per il disco nuovo. Questa volta abbiamo deciso di concentrarci maggiormente anche sull’Artwork del prodotto tirando fuori un digipack con inserto di 20 pagine pieno di foto e testi. Musicalmente il prodotto è piuttosto vario come influenze ma posso dire tranquillamente che ogni brano trasmette la giusta energia e atmosfera da noi ricercata. Il disco lo abbiamo registrati questa volta presso gli studi Magnitudo a Pisa, il mastering lo abbiamo fatto fare in Svezia e siamo pienamente soddisfatti del lavoro finale. Le nostre coordinate musicali di base restano quelle di sempre, energico r’n’r, melodie, testi horror o comunque orientati su atmosfere “inquiete” e “disturbanti” il tutto amalgamato con un impatto sonoro ben caratterizzato e deciso. Il lavoro, come detto, ci ha pienamente soddisfatto e infatti anche dal vivo il feedback del pubblico sui nuovi brani è sempre molto positivo. Tutti i nostri dischi sono disponibili su iTunes e sui maggiori portali di musica on line. Per i CD fisici oltre che trovarli ovviamente ai nostri show, potete contattarci sul nostro sito ufficiale (http://www.scarletandthespookyspiders.com) dove potete trovare anche il merchandising della band.

 

scarlet1

4 – QUALI SONO LE BANDS CHE AVETE TENUTO MAGGIORMENTE IN CONSIDERAZIONE IN SEDE COMPOSITIVA DEI PEZZI NUOVI? E COME QUESTE INFLUENZANO IL VOSTRO SOUND?

Di solito la composizione dei singoli brani non ha una sviluppo volutamente derivativo di un singolo arista di riferimento. Ovviamente come tutti i musicisti abbiamo anche noi i nostri “preferiti” e sicuramente, anche inconsciamente, questi riferimenti emergono nei nostri brani, ma il tutto avviene in maniera meno conscia di quanto si creda generalmente. Io personalmente sono un vero e proprio “onnivoro” di R’n’R… spazio dal Rockabilly anni ’50 della Sun Records, al Garage Rock anni 60/70, al Glam Rock inglese di Marc Bolan, allo lo Shock Rock di Alice Cooper passando per il primo Punk americano e inglese del ’77, fino all’Horror Punk dei Misfits o al Death Rock americano anni ’80. Tutti nella band diamo il nostro contributo musicale in base alle nostre preferenze… ma alla fine il brano è in tutto e per tutto SPOOKY SOUND al 100%. Sarebbe veramente lungo (e in parte noioso) l’elenco delle band per noi “seminali”. L’ultimo lavoro lo abbiamo comunque voluto dedicare a Lux Interior front man dei Cramps: band che per noi resta un esempio unico di come vivere l’espressione artistica in ogni sua componente partendo magari da presupposti “modesti” o “inusuali”.

5 – HO VISTO CHE AVETE GIRATO MOLTO L’EUROPA NEGLI ANNI, SI SA CHE I TOUR GENERANO MOLTA ANEDDOTICA. QUALCHE AVVENTURA DIVERTENTE DA RACCONTARE AI NOSTRI LETTORI?

Siamo sicuramente una live band in senso generale, ci piace esibirci dal vivo e condividere con il pubblico ogni esperienza relativa alla musica. In questi anni abbiamo avuto la fortuna di poter suonare la nostra musica sui palchi più disparati d’Italia e d’Europa, incontrare tantissima gente splendida e condividere lo show con moltissime ottime band, molte delle quali possiamo annoverare tra i nostri amici migliori. Quando ci muoviamo di solito lo facciamo con il nostro van e la nostra attrezzatura e questo comporta ovviamente un grande impegno da parte nostra, ma è la cosa che facciamo con più piacere e ci gratifica ampiamente di ogni fatica. Aneddoti in oltre dieci anni di tour e concerti ce ne sarebbero da riempire un libro… ma magari non tutti sono pubblicabili ehehe… Diciamo che di solito non disdegniamo affatto di continuare a divertirci dopo lo show e ogni occasione è buona per continuare il party! Siamo molto amici tra di noi e questo è sicuramente un punto di forza della band soprattutto quando magari passiamo molto tempo a stretto contatto in tour e a volte le condizioni generali non sono delle migliori. Negli anni abbiamo affrontato di tutto: dalle tempeste di neve, ai diluvi, al caldo torrido abbiamo dormito in posti bellissimi… in altri… insomma… e a volte non abbiamo dormito proprio, a volte siamo passati per ospedali (nulla di grave) o centrali di polizia. ma se c’è da partire per un “gig”, ovunque sia, lo Spooky Van scalda il motore e si va!

6 – AVETE DATE IN ARRIVO? DOVE VI SI PUÒ BECCARE LIVE?

Siamo appena tornati da un tour di 2 settimane e mezzo che ci ha portato fino a Stoccolma: 14 date serrate in 18 giorni di viaggio attraverso Italia, Austria, Slovacchia, Repubblica Ceca, Germania, Danimarca e Svezia e dunque ora ci prendiamo un po’ di meritata vacanza. Fosse per noi staremmo in tour tutto l’anno ma purtroppo gli impegni lavorativi di tutti ci limitano un po’. Stiamo fissando ulteriori date in Europa per il periodo Settembre/Novembre che dovrebbero concretizzarsi a breve e sicuramente faremo alcuni show anche in Italia. Stiamo anche lavorando sui brani del nuovo disco che se tutto va bene, dovrebbe vedere la luce per la fine dell’anno o giù di lì. Per essere aggiornati sui nostri spostamenti vi invito tutti a seguirci su Facebook: https://www.facebook.com/ScarletAndTheSpookySpiders o sul nostro sito ufficiale: http://www.scarletandthespookyspiders.com

STAY SICK !!

 


Commenti (1)

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: