KLINGONS: Get drunk and cry

KLINGONS: Get drunk and cry
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
KLINGONS: Get drunk and cry

Ecco un bel cd autoprodotto – demo che ci viene presentato dai Klingons, formazione aliena con base nella provincia alessandrina. E che sono degli alieni non lo si capisce subito, bisogna mettere questo “Get drunk and Cry” per capire la distanza che ci separa, noi terrestri, da loro! A parte gli scherzi questo album, perché di questo si tratta avendo 12 pezzi, che risulta essere il primo del gruppo ci fa capire che anche ai Klingoniani devono essere arrivati i dischi dei Ramones, Queers, e tutto il punk rocktanto immediato quanto irresistibile. Possiamo anche dedurre che a questi simpatici extraterrestri piacciano in terra nostrana i Retarded e compagnia viaggiando essendo il suono abbastanza simile come affinità agli stessivogheresi. Spicca come elemento di originalità una voce modulata in maniera parecchio strana e che talvolta assume connotati deviatamente melodici (“Country”) e ora lievemente aspri. Il ritmo non è dei più sostenuti e sonoparecchi i pezzi lenti che preludono ad accelerazioni, “Theories” ne è un esempio, però non si dorme tra accordi pop ed il ritmo generale risulta nel complesso notevole. Il cantato è in inglese e i testi, per quanto mi è datodi capire, non sono poi male. Non possiamo poi citare titoli che sono già manifesti come “Hang Up Bill Gatess” oppure “Premestrual Saturday Night”, e poi la musica dopo un inizio non troppo avvincente è già di quella buona pertre quarti del lavoro. Talvolta potrebbero ricordare gli Zeke in chiave pop (?!?) per l’immediatezza delle melodie ma non prendetemi alla lettera, la verità è che i Klingons suonano attinendo da mille e più fonti e quindi risultano a loro modo abbastanza originali. Certo alcuni pezzi sono ancora grezzi e poco studiati, ma probabilmente con una produzione migliore il risultato si sarebbe sentito. Le voci che circolano sul loro conto li vedono già alle prese con brani nuovi ed è a questi che ci appelliamo per unapromozione su tutta la linea, nell’attesa chi vuole ascoltarsi questo godibilissimo demo-album può richiederlo qui: gregthehead@libero.it


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: