Punkadeka.it

LEIGHTON KOIZUMI featuring TITO AND THEE BRAINSUCKERS: When the night falls

LEIGHTON KOIZUMI featuring TITO AND THEE BRAINSUCKERS: When the night falls
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

LEIGHTON KOIZUMI featuring TITO AND THEE BRAINSUCKERS:           When the night falls

Un locale pieno di fumo, whiskey a volontà e tanto Garage e dannato Rock’N Roll ecco a voi il background che sottende a questo album che la macchina del tempo sembra averci portato dai mitici anni ’80. Forse il nome di Leighton Koizumi vi dirà poco ma alzi la mano chi non ha mai sentito il nome dei Morlocks?! Fate un passo indietro, ricollegate i due nomi e subito vi ritornerà alla memoria una delle più dannate Garage Band degli eighties.
Leighton Koizumi dopo 15 anni di inattività (ma non era morto?!) ritorna sulla scena e lo fà con questo album in cui rende omaggio a tutta la scena degli anni 80 del Garage Punk con cover dei migliori gruppi di quegli anni. La sua grinta è rimasta intatta, lui è sempre la solita macchina da palco che con una voce roca rovinata da alcool, sigarette e droghe che purtroppo lo hanno portato alla dura scelta di lasciare la scena anni fà, sputa con irriverenza ed energia il suo sound sporco e maledetto.

L’album contiene tredici brani di band come Stooges, Kinks e Fuzztones che oltre alla loro innegabile forza contengono la grinta di un giovincello di mezza età che dopo 15 anni di lontananza dai palchi, suo habitat naturale oserei dire, vuole dimostrare che non è il classico rincoglionito che per fare quattro soldi ritorna on the road e soprattutto che chi ha la musica, il Rock in questo caso, nel sangue non smetterà mai di suonare anche se le avversità lo segneranno pensantemente per tutta la vita.
Un album che gli amanti del Garage non potranno farsi sfuggire ma consigliato soprattutto a tutti i ragazzi che vogliono avvicinarsi a questo genere perchè in “When The night falls” troverete il meglio di un genere musicale che ha segnato intere generazioni di rockers e punk.
Voto : 8 (Bentornato Leigthon…)
N.B. A presto un intervista con il leggendario Leigthon sulle pagine della vostra web-zine preferita…so stay tuned guys!!

TRACKLIST
1) Leavin’ Here
2) 99th Floor by Moving Sidewalks, leggendario gruppo texano hard psych
3)You mistreat me – classico del dutch punk dei 60’s.
4)Cry in the Night – Altro classico del dutch punk dei sixties tra le piu’ forti influenze di Leighton in persona.
5)I Need you – Kinks
6)No friend of mine- popolarissimo standard garage coverizzato anche dai Fuzztones
7)Get out of my life woman – Standard del r’n’b di ogni tempo
8)Milkcow Blues – Chocolate Watchband/Kinks. Back in ‘ 66.
9)Born Loser – brano manifesto di tutta la vicenda Morlocks
10)Project Blue
11)No Fun – the Stooges. Senza parole
12)Signed D.C. Love
13)When the night falls – title track presa da uno dei gruppi fondamentali del mod sound e del freakbeat inglese


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
oppure   Accedi con facebook
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >