Los De Marras + Malos Vicios (23 dicembre 2017 – Almassera/ESP)

Sabato, 23 dicembre 2017 parto circa alle 4.30 da casa per raggiungere l’Aeroporto Bergamo. Alle 9 volo di due orette a Valencia. Arrivato, subito in Blablacar a Vila-Real per andare a trovare 2 grandissimi Amici che non vedo da troppo tempo. Pranzo insieme e soprattutto una bella chiacchierata. Nel pomeriggio torno sempre in Blablacar verso Valencia e visto che il GPS della conducente dà qualche numero decisamente interessante, a un certo punto scendiamo dall’autostrada per passare tutti i paesini immaginabili nella periferaia di Valencia – finchè passiamo anche il paesino Almassera. Proprio lì devo andare e così riesco a farmi lasciare a pochi metri dalla sala concerti senza che debba prendere metro, camminare o quant’altro.

Mi fermo in un bell’Irish Pub e aspetto l’arrivo dei miei Amici valenciani. Gran cena insieme a prezzi decisamente più contenuti rispetto all’Italia e soprattutto la mia provincia e poi ci avviamo verso il concerto. Da dire un particolare che riguarda proprio questo concerto: quella del 23 dicembre era la prima data uscita. I Los De Marras presentano il loro nuovo disco nella loro terra. Siccome la data era andata in sold-out presto, in seguito ne hanno annunciata un’altra il giorno prima nella stessa sala. Pure quella data era stata sold-out. Vogliamo provare una roba del genere in Italia? Forse anche no…

Fatto sta che aprono il concerto i Malos Vicios. Avevo ascoltato giusto qualche pezzo tempo fa, ma non li ho mai approfonditi a dire il vero. Ma il loro Punk_Rock assolutamente non mi dispiace. Per favore non chiedetemi nulla della loro setlist perché è davvero la prima volta che ascolto questa band. In futuro magari li approfondirò un attimo.

Poi arriva finalmente l’ora del concerto dei Los De Marras. La band che dal vivo mi piace ogni volta da quando la conosco, parte subito a mille con la canzone “Poeta”, uno dei miei pezzi preferiti del loro nuovo album. Oltre a parecchie canzoni del nuovo album (e ci mancherebbe visto che è proprio il concerto della presentazione del disco) però c’è spazio anche per i classici come “A Tu Vera”“Revolviendo”, ecc. Fanno pure qualche pezzo in acustico. Insomma, in questo concerto c’è davvero di tutto. Infatti le oltre due ore di live coinvolgente lo confermano. Due ore di live e una sala così piena per un concerto singolo non un festival non la vedevo da un pezzo.

Dopo le 3 di mattina i miei Amici mi portano in aeroporto, ci si saluta dopo l’ennesima grande serata insieme in quella meravigliosa terra. Cerco di dormire un po’, ma l’impresa non mi riesce proprio. Volo di ritorno alle 6.35 di mattina, arrivo a Bergamo alle 8.35 e poi la parte più difficile di questo folle viaggio – ovvero guidare le oltre 2 ore fino a casa. Arrivo circa alle 11, davvero stanco morto; ma per gli Amici e la buona musica questo ed altro.