Malasuerte Fi*Sud: Brucerà Per Te

Ed eccolo finalmente il nuovo album della storica band fiorentina! Dopo qualche anno che la band non aveva pubblicato un disco, ha deciso di fermarsi coi live per concentrarsi solamente sulla registrazione del nuovo disco.

„Brucerà Per Te“ è uscito con l’etichetta Black Candy Records. Illustrazione e grafica di Elisa Buracchi. La data ufficiale dell’uscita è l’11 novembre 2017, data del concerto presentazione del disco al CPA Firenze Sud.

Il disco contiene undici pezzi. Mi sento di dire tutti pezzi nell’inconfondibile sound Malasuerte Fi*Sud. Musica diretta, vera e sincera – trattando tematiche sociali come l’immigraziane, repressione, abuso di potere in divisa e anche cose legate alla città Firenze.

Apre il disco il pezzo „1530“, il primo singolo che era uscito come anteprima dell’album a giugno. Parla di come sono cambiate le cose, tante in negativo, nella città Firenze. La seconda canzone „Fiore“ entra subito nelle orecchie per il ritornello „Brucerà Per Te“, titolo dell’album. Il quarto pezzo in tempi come questi per me ha un’importanza e un peso particolare in quanto „Un posto dove stare“ parla dell’immigrazione. La sesta canzone „Daspo“ parla della repressione quotidiana, dalla strada alle piazze alle gradinate. Il settimo pezzo  „Money, money“ parla della troppa importanza del denaro, del capitalismo. Pezzo numero otto „L’ora di salpare“ è dedicato al grande boxer antifascista livornese Lenny Bottai. Pezzo numero 9 „Pistolero“ parla di violenza delle forze dell’ordine e di abuso di potere in divisa. L’ultimo pezzo del disco „Atene brucia“ in realtà non è nuovo, anzi, è già un classico della band, che però non era uscito ancora su un disco.

Personalmente i due pezzi che mi sono subito entrati nelle orecchie sono „Fiore“ e „L’ora di salpare“. Ma tutto il disco è veramente bellissimo. Tipico sound Malasuerte Fi*Sud senza troppi sperimenti. Perchè farli se quello che si fa lo si sta facendo benissimo da anni e anni? In più come sempre la band tratta in maniera diretta le tematiche difficili e critiche della vita quotidiana. Insomma, l’album si è fatto attendere, ma i ragazzi hanno fatto davvero un ottimo lavoro. Speriamo che questo disco possa essere anche un „trampolino di lancio“ per questa band che sicuramente, come tante altre band italiane di questo genere, verrebbe apprezzata anche al di fuori dai confini italiani – anzi, forse come si vede nei casi di tante altre band, farebbe più strada all’estero che qui una volta iniziato questo percorso.

Ad ogni modo ascoltate questo gran disco e andate a qualche concerto per sentire i pezzi dal vivo – ne vale veramente la pena!

Tracklist:

1. 1530
2. Fiore
3. Stato
4. Un posto dove stare
5. Polvere
6. Daspo
7. Money money
8. L’ora di salpare
9. Pistolero
10. Sorrideremo di più
11. Atene brucia