MALLORY KNOX : Frail flowers in a black tornado

MALLORY KNOX : Frail flowers in a black tornado
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
MALLORY KNOX : Frail flowers in a black tornado

Il progetto Mallory Knox nasce a Roma nell’autunno 2001 dall’incontro tra Cecilia e Marianna (e quindi del loro essenziale duo chitarra e batteria) e Olga (chitarra e voce). Nel Giugno del 2003 Antonio prende il posto di bassista, e la band romana, già strutturata e con diverse esperienze live, inizia a fare sul serio, costruendo un suono deciso ma senza abbandonare le influenze rockabilly, country, new wave e rock anni ’90.

Dal Marzo 2004 nuovi sconvolgimenti e cambi di line up vedono la band rivoluzionarsi ancora una volta: Antonio prima e Cecilia poi lasciano il gruppo, il posto di bassista sembra rimanere vacante.
Esse non amano catalogarsi in un preciso genere musicale, dal loro sito web si legge: “Non abbiamo un genere predefinito: ci piace chiamarlo – analphabet nowave not only 4 motherfuckers – ”.

“Frail flowers in a black tornado”arriva nel 2006: è un disco interessante, degno di nota per la varietà dei pezzi proposti e per le ottime capacità delle vocalist.
Dopo un bel arpeggio iniziale, colpisce l’intensità del brano “Heart(h)-quake”, che riassume bene la filosofia della band, con cantati alti e ben sovrapposti, chitarre pettinate ma senza risparmi di gain, batteria varia e picchiata, capace di far tenere un ottimo ritmo al disco per tutti i 23 minuti, divisi in sette pezzi.

Coraggiose, brave, intraprendenti, con le loro forze sono riuscite a produrre un disco interessante e ricco di spunti, band così in giro ne vediamo poche, se continuano su questa strada “qualcuno” le noterà, molti kids lo hanno già fatto.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: