MORAVAGINE: Diaboliko

MORAVAGINE: Diaboliko
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
MORAVAGINE: Diaboliko

L’evoluzione dovrebbe essere una componente propria di una band che grazie all’accumularsi di esperienza e suonando in giro dovrebbe per certi versi sgrezzare il proprio sound, cercare nuove soluzioni ma senza snaturare l’essenza che però li ha portati a quel punto. Ogni gruppo poi ricerca questi risultati con mezzi differenti e soprattutto con risultati assai diversi.

Mi sono sentito di fare questa introduzione perchè mi pareva d’obbligo presentando il nuovo album dei Moravagine che a due anni di distanza segue “Ho scritto ti amo sulla sabbia del gatto”. La band sicuramente ha subito una radicale evoluzione rispetto a “Per non crescere” primo full-lenght che ha portato il nome di questa band all’attenzione di critica e pubblico.
Questo in teoria dovrebbe essere l’album della maturità e “Diaboliko” ha tutte le premesse per esserlo (se poi ci riesca è un altro conto).

Certe volte alcune band pensano che crescendo anagraficamente si debba per forza cambiare per la cosiddetta “maturità artistica” andandosi però a volte a scontrare contro la nuda e cruda realtà. Ho sempre considerato i Moravagine come i Blink del nord-est, canzoni semplici e dirette con testi adolescenziali in cui però qualsiasi ragazzino poteva riconoscersi,dai problemi amorosi a quelli più bassi cioè come svoltare una serata in compagnia.
Musicalmente magari potevano non piacere ma non si poteva negare sicuramente che melodia e simpatia erano caratteristiche peculiari delle loro canzoni che li hanno portati ad aver un buon successo di pubblico (come appunto i Blink182).
A questa band non era chiesto nient’altro, ne di sicuro lo si pretendeva.

“Diaboliko” invece nasce con pretese ben diverse e con la voglia di allargare il bacino di utenza della propria musica. Le 13 canzoni veramente sono la sagra delle buone intenzioni in cui si sente da subito una ottima produzione e un qualcosa di diverso. Il problema però in questo album sono però appunto le canzoni. La band ha cercato la via che oggi sembra più facile per attirare gente: canzoni pseudo-impegnate accompagnate da un sound che vede nella parola emo la sua definizione migliore.

“Diaboliko”è un album che trascorre nella sua interezza senza scossoni o episodi particolarmente rilevanti. La band attraverso questo nuovo sound e testi più impegnati cerca di dare un’immagine di se diversa con risultati a volte grotteschi e goffi.

Un album che i fans dei Moravagine di vecchia data compreranno e magari col cuore apprezzeranno…con le orecchie e con la testa forse un pò meno.

Tracklist
Introduzione – Aria – Diabolika – L’ elisir dell’ inganno – Domenica – Così come sei – 2002 – Diversivo – Psyco Atelier – Miss Babylonia e l’uomo nero – Velazco – Un altro giorno – The pogo acoustic show


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: