THE MUGWUMPS: Can’t be the one

THE MUGWUMPS: Can’t be the one
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
THE MUGWUMPS: Can’t be the one

Can’t Be The One è il nuovo LP fresco di uscita degli austriaci Mugwumps.

Cominciamo subito con il disco: inizio esplosivo che da Peek-A-Boo arriva a The Hate Monger, che mi ricorda che questi sono i Mugwumps che tanto mi piacciono e che avevo un po’ perso in Mutation In The Family.
Dopo un inizio breve ma intenso, ecco Tokyo Tapes, brano fantastico, forse il migliore, che rallenta il ritmo per riprendere velocità con Iron Moon, in perfetto stile Ramones: non ho potuto fare a meno di notare il richiamo al nazi schatzi di Today Your Love, Tomorrow The World!
Veloce-lento-veloce-lento, la corsa sulle montagne russe prosegue con Can’t Be The One, ballata malinconica che dà il nome all’album, quasi onnipresente in un album pop punk che si rispetti.
Quartetto iniziale strepitoso. I Mugwumps ci hanno preso anche questa volta! Melodie e coretti catchy e la ripetizione in loop dei ritornelli, che sono presenti qui più che mai, mi hanno fatto innamorare di loro dai tempi di Banana Brain. E continuo ad essere molto affezionata a questa band.
Dyna-Mite è un altro di quei pezzi che ascoltato due volte difficilmente te lo levi dalla testa: incisivo, in cui si sente l’influenza dei Manges; influenza che ritroveremo in Chinatown, che oltretutto vanta proprio un featuring con il frontman della band di La Spezia che ben conosciamo!
Cast A Spell On Me, energico e incalzante apre le porte alla corsa finale: If You Wanna e Teardrop rallentano nuovamente il ritmo per concludere con C.B.T.O. che come un fulmine a ciel sereno chiude il cerchio ritornando al titolo stesso.
Brani veloci come schegge alternati a brani più lenti, rendono questo disco equilibrato e piacevole all’ascolto. L’atmosfera è surreale: incontriamo mostri, animali estinti, draghi, incantesimi e nazisti sulla luna, ma i brani sono spesso divertenti e l’album è una ventata di aria fresca e spensieratezza in una scena che spesso si prende troppo sul serio!
I Mugwumps sono tornati e lo hanno fatto in grande stile! L’album lo trovate qui: streaming & purchasing: https://themugwumps.bandcamp.com/album/cant-be-the-one-cd-lp / http://www.stripedmusic.com/brands/Mugwumps.html?sort=alphaasc

Disturbo Chris in vacanza e gli chiedo il perché del titolo e info sul futuro della band, mi risponde che prendono sempre un brano dell’album come titolo. La scelta questa volta è ricaduta su Can’t Be The One poiché non fanno molti concerti e perché a chi sono piaciuti i loro precedenti album sono rimasti delusi da Mutation In The Family [ride]. Per il momento non hanno alcun concerto in programma a causa di impegni lavorativi, ma non escludono di tornare presto a trovarci!
Vi aspettiamo!

Tutte le info su registrazioni, missaggio, mastering, featuring e artwork nell’immagine qui sotto.11852923_612153465594614_791710015_o

Tutte le canzoni sono state scritte da Chris.
Tracklist:
Peek-A-Boo/The Hate Monger
Tokyo Tapes
Iron Moon
Can’t Be The One
The Way I Do
Dyna-Mite
King Mastodon
Fin Fang Foom!
Cast A Spell On Me
Chinatown
If You Wanna
Teardrop/C.B.T.O.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: