MY OWN VOICE: De Ira

MY OWN VOICE: De Ira
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

MY OWN VOICE: De Ira

I My Own Voice sono una hardcore band milanese nata nel 2001. Hanno già all’attivo un album uscito per Vacation House, il cui prodotto era già interessante.
A distanza di qualche anno grazie alla cospirazione DIY (CasaPerno, Weirdo, Full of Hate, Blacklist) esce il seguito, ossia questo “De Ira”, già dal primo ascolto si capisce che poco è cambiato nello stile e nell’attitudine, ovviamente in questi anni dei miglioramenti ci son stati. Le influenze quindi rimangono inalterate, si sente facilmente l’influenza di grandi band come Sick Of It All, Raised Fist, Gorilla Biscuits, cantano in inglese (tranne rare eccezioni) e pezzi che poche volte superano i 2 minuti.

Come accennavo prima questo album, rispetto al primo ha più pezzi caratteristici, di nota che sono ovviamente il punto forte dell’album, però nella laboriosità qualcosa non quadra, non mi convince.
Sarà anche la lingua straniera che fa appesantire un suono e che ostacola l’apprendimento ai primi ascolti, perché per esempio le uniche 2 in Italiano “Polveri Sottili” che parla più dei milanesi che di Milano come città e “Worst Fellas” che parla di un tema leggero leggero, la MAFIA.

Gli altri testi sono in inglese e gli argomenti sono anche abbastanza capibili dai titoli “Nature’s Revenge”, “State of distruct”, “Inside Riot”, “One for hardcore”, “United”, “My brothers”. Credo che già ve li starete immaginando, d’altronde le tematiche per lo più son sempre queste, forse perché non ci sono più idee o forse perché sono solo queste le cose che ci stanno a cuore. Facciamo un mix che è meglio.
Grande band, grande attitudine, gran bel cd.
Voto: 4 Case (Distinto)


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
oppure   Accedi con facebook
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >