NEUTRAL BOMBS: Pretend to Fly

NEUTRAL BOMBS: Pretend to Fly
A cura di   |     |  
 1 Commento
NEUTRAL BOMBS: Pretend to Fly

Secondo disco per i Neutral Bombs, quartetto svizzero attivo dal 2015 che propone un punk rock bello teso, non casinista, suonato molto bene e che fa di tutto per mettere in risalto un songwriting da brividi.

La traccia di apertura è una trappola, nel senso che col suo ritornello martellante ed un ritmo coinvolgente entra diretta nella testa e ci resta per giorni e giorni, “so fuck you, i’m out, but i still shout…”, ma non è l’unica traccia che mi ha colpito, anzi, e diciamo anche che il disco è talmente vario che non ci si annoia mai, i ritmi cambiano in continuazione così come il peso specifico degli argomenti trattati, dall’amore incondizionato e libero alla rabbia, dalla protesta all’eutanasia, spensieratezza, non violenza e sofferenza.

Ma al di là della buona tecnica messa in bella mostra mi voglio soffermare sulle diverse atmosfere che si creano attorno alle tracce, come ad esempio “exit”, davvero da groppo in gola ma sostenuta da un ritmo piacevole e allegro, la rancidiana “pride” con un bel ritmo incalzante ed un argomento trattato con semplicità e naturalezza, come dovrebbe essere anche per quegli omofobi del cazzo, e di nuovo “still shout” che mi ha veramente colpito sotto ogni punto di vista, un vero grido. Sensazioni di tutt’altro genere attorno alla rabbiosa “no attitude” e “raise your glass”, pezzo di nemmeno un minuto che molti ai concerti dovrebbero prendere come mantra.

Insomma un disco frizzante e piacevole da ascoltare, che affronta gli argomenti da un punto di vista molto personale, nulla di stravolgente per quanto riguarda il genere proposto, i punti di riferimento della band si possono trovare oltre oceano, costa ovest ma volendo anche nord-est, ma stiamo parlando di un buon punk e di un robusto rock a cui la band ha saputo dare un’anima e la forma che voleva.

Disco uscito per Spliptrick Records autoprodotto dalla band, registrato e mixato presso il New Mood Recording studio di Brenna (CO) da Frederic Mazzei, masterizzato presso il Newmastering Studio di Milano da Maurizio Giannotti, artwork di Stay Dirty e foto di Simona Sestitto

tracklist:

01. still shout

02. no attitude

03. alive and well

04. dancing in the moonlight

05. never

06. exit

07. raise your glass (not your phone)

08. fight

09. pride

10. ship of fools

11. wait too long


Commenti (1)

  1. Mark ha detto:

    Grandissimi, già visti l’anno scorso! Spaccano il culo anche dal vivo!

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: