Nicolò Rondinelli: Ribelli Sociali e Romantici, St. Pauli tra calcio e resistenza

Nicolò Rondinelli: Ribelli Sociali e Romantici, St. Pauli tra calcio e resistenza
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
Nicolò Rondinelli: Ribelli Sociali e Romantici, St. Pauli tra calcio e resistenza

E’ facile venire a conoscenza di St. Pauli, chiunque bazzichi un po nella scena punk o antifascista avrà sicuramente visto la classica maglietta col totenkopf nera o marrone, da li a capire a cosa si riferisce il passo è breve ed è ancora più breve capire che dietro ad una pittoresca squadra calcistica che, ammettiamolo, soddisfazioni sul campo ne ha avute poche, c’è una tifoseria tra le più radicali e discusse del pianeta, famosa e simpatica ai più per il suo dichiarato schieramento politico… ecco di solito ci si ferma qui, alla superficie, quella che ci fa dire con gli occhi a forma di cuore “cazzo che fortuna che hanno quelli la….come mi piacerebbe vivere a Sankt Pauli”, se lo avete pensato (come il giovane, a quei tempi, sottoscritto!!) non prendetevi male, penso che lo abbiano pensato tutti, quello che potete fare per riscattarvi è approfondire un po cosa vuol dire Sankt Pauli, in questo può venirvi in aiuto Niccolò Rondinelli, che ho avuto il piacere di conoscere di persona, e che con le sue ricerche ed interviste fatte direttamente sul campo è riuscito a spiegare in maniera chiara ed ordinata il COME ed il PERCHE’ è nato il mito FC St. Pauli, che dagli anni ’80 in poi ha cambiato radicalmente il suo modo di vivere il calcio, e da insipido e mediocre club è diventato un vero e proprio punto di riferimento, utilizzando il calcio come in un intreccio di politica dal basso, antirazzismo e antifascismo, tanti i progetti di solidarietà nel quartiere come dall’altra parte del mondo.
Il lavoro di Niccolò però non si ferma qui, anzi, il suo intento è far capire al lettore che tutto questo non è una pacchia, gli antagonisti biancomarroni non se ne stanno seduti tutto il giorno a bere Astra al Jolly Roger aspettando la domenica, le lotte con le varie proprietà del club per mantenere l’essenza di quel fenomeno nato 30 anni fa sono all’ordine del giorno, le difficoltà per mantenersi autentici sono innumerevoli e sono solo due esempi di quello che vuol dire tifare FC St. Pauli.
Ho letto con piacere questo mattone nero con sopra il teschio, ed ho ripensato poi al mio primo viaggio nel quartiere e poi allo stadio, rendendomi conto di quanto sarebbe stato meglio leggerlo PRIMA di andarci, un lavoro molto curato con fotografie d’epoca e molto dettagliato, chiaro, preciso, capirete che non si può tifare St. Pauli perché sono belle le magliette, è una scelta.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: