NOFX: The Decline

NOFX: The Decline
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
NOFX: The Decline

Ci sono i grandi album e ci sono i flop , ci sono i successi e ci sono le cagate , ci sono i NOFX e poi ci sono tutti gli altri…..Ancora una volta la punk band californiana sforna una di quelle canzoni che lasciano davvero il segno , una vera e propria OPERA PUNK . Un singolo, THE DECLINE . Un brano lungo ben 18 minuti , che contiene tanta varieta’ di temi quanto varieta’ musicale . Ma soprattutto una idea innovativa , intrisa della solita , grande vena di FAT MIKE , autore del testo e delle musiche , ma soprattutto della concezione stessa di un brano cosi’ DISARMANTE e DIVERSO da tutto quello che sia mai stato provato prima in questo genere. Eh si. Perche’ per quanto riguarda stupire , i nofx sono sempre stati campioni , fermi nella loro indisponenza e irriverenza nei confronti dello showBiz , dagli attacchi ad MTV , alla ammissione che il loro album un po’ piu’ “commercialotto e tranquillo” (HEAVY PETTING ZOO) fosse stato scritto pensando che sarebbe piaciuto di piu’ all’ esecutivo di MTV..mah..un po’ difficile capire se CI stessero o SI stessero prendendo per il culo , ancora una volta ( sul disco c’erano un paio di frasi pesanti contro MTV) . Oppure pensiamo al loro non concedere interviste, al loro essere ANTI-ROCKSTAR e poi comportarsi come tali ..beh forse e’ tutto parte di un grande gioco , di una grande TRUFFA , di SEXPISTOLSiana memoria..una grande farsa che si conclude , inevitabilmente in un lento , infinito DECLINO….IL DECLINO (THE DECLINE) e’ un brano principalmente incentrato sull’ attacco , senza esclusione di colpi , nei confronti della istituzione U.S.A. , fatta di uomini che uccidono i propri fratelli e di cristiani col porto d’armi..durante tutto lo svolgersi del brano ,il discorso segue una alternanza di fasi personali e fasi generalizzate all’ umanita’ , che semplificano come il DECLINO pervada la vita sociale e personale di ognuno…il brano scandisce la parabola discendente della vita dell’ individuo e della razza umana in generale…FAT MIKE osserva e scrive , pensa e sputa rabbia , ma si esenta dal dare spiegazioni di tutto cio’ ..forse perche’ la spiegazione non c’e’ ed e’ solo il ciclo naturale delle cose , che porta inevitabilmente al DECLINO…e sembra ancora troppo presto , nonostante siano gia’ passati 14 minuti , quando si giunge alla conclusione , il DECLINO diventa assoluto , irreparabile , universale….All’ interno del brano troviamo anche alcuni elementi comuni alle tematiche piu’ care ai nofx quali la liberalizzazione delle droghe (la storia di Jerry Garcia , che passo’ vent’anni in galera per essere stato trovato con una “dima” , versione americana della “diecimila” di fumo o erba). Troviamo la storia personale di Fat Mike , ormai dipendente dagli psicofarmaci da un po’ di anni . Inoltre le pesanti accuse contro la religione cristiana sono , a detta dello stesso Mike , non dirette esclusivamente contro la religione cristiana , bensi’ contro tutte le maggioranze che opprimono le minoranze (leggendo tra le righe del brano: “noi siamo i froci , noi siamo le puttane). Tutto contribuisce a creare un brano storico , un’ OPERA MAGNA , oltre che per le musiche , mostruosamente varie e con un livello di difficolta’ esecutiva mai vista nella musica punk , per la dovizia nei particolari e le sovraincisioni vocali e musicali (in alcuni momenti si arriva a 4 chitarre sovraincise). The DECLINE e’ la prova definitiva e inconfutabile che i NOFX non sono un gruppetto di stronzi con le chitarre in mano , ma musicisti ormai maturi , (prove incredibili di Erik Sandin alla batteria, e di Fat Mike al basso) , oltre alle urla del grande SPIKE dei “Me first and the gimme gimmes” , un tocco di nuovo al sound della band. Un capolavoro , sotto tutti gli aspetti e , secondo i sondaggi di www.nofxonline.com sull’album migliore dei nofx , secondo solo a PUNK IN DRUBLIK..niente da dire.i SEI MESI impiegati a scriverlo e 30 GIORNI a registrarlo sono valsi veramente la pena.
P.S.-Tutte queste parole restano comunque veramente riduttive , comprate il CD e leggete la traduzione qua sotto, non ve ne pentirete

IL DECLINO Da dove vengono tutte queste stupide persone?E come hanno fatto a diventare cosi’ deficienti?Allevati in campi di viole di montagna,nutriti con le onde gialle dei campi di grano(le ultime due sono strofe modificate dell’inno nazionale americano)diventati esseri umani inferiorisenza sentimenti
E DAI LA COLPA alla natura umanaal destino dell’uomodai la colpa alla politica della cupidigiaalla paura di Dioalla paura di cambiarealla paura della verita’Aggiungi la Carta Dei DirittiSottrai gli errori
NON CI SONO RISPOSTE memorizza e canta canzoni cosparse di stelle
QUANDO LE DOMANDE non sono mai state postenon sta imparando nessuno dal passatoviviamo nei Ristagni Uniti Padre …cosa ho fatto?!?Ho preso quella calibro 22Un dono per me da teA letto con me ogni notteL’ho tenuta pulitaLucidata beneAmato ogni cartuccia ,ogni proiettileGiu’ al ruscello sotto il cespuglio , sotto lo sporcoC’e’ la carcassa del mio secondo omicidioGiu’ al parco sotto la pietra , sotto il pinoC’e’ la carcassa di mio fratello WilliamFratello dove sei finito?Ti giuro , non pensavo di riuscire a farloLo rivedo cosi’ tante volteLoro mi dissero di sparare drittoNon premere il grilletto troppo forteE quello ti assicurera’ un omicidioUccidere e’ quello che vuoiUccidere e’ quello per cui noi nasciamo I Cristiani amano le loro pistoleLa chiesa e il porto d’armiPregano per la loro salvezzaFregano alle religioni minoriIl libro della storia e’ stato lettoOgni rigo e’ stato credutoIl curriculum e’ stato stilatoLa logica e’ una minacciaLa ragione e’ stanata ed eliminata Jerry passo’ un po’ di tempo in MichiganUna “vacanza” di 20 anni , dopotutto aveva solo una Dima (diecimilalire di fumo o erba)Una Dima deve valere molto di piu’ a Detroit…Per una Dima in California , una multa di 20 dollariJerry resto’ soltanto un paio di mesiE’ difficile divertirti mentre ti esce sangue dal culoL’asfissia e’ semplice e veloceE vince contro 17 divertenti anni passati a fare la puttana di qualcunoNon pensareBevi il tuo vinoGuarda il fuoco bruciareProblemi suoi non mieiE cerca di essere un cittadino modello Mi piacerebbe avere uno scellino per ogni omicidio senza sensoMi ci comprerei un governoL’America e’ in vendita , e tu puoi farci un buon affareE ottenere un ottimo guadagnoOppurePuoi mandare tutto a puttaneTu parti con l’assuntoChe un milione di persone sono intelligentiPiu’ intelligenti di uno solo La serotonina e’ finita ( la S. e’ un ormone naturale presente nel corpo umano che reprime l’istinto al suicidio)Lei l’ha data vintaSpazzata viaSara(diminutivo di Serotonina) scivolo’ viaSebbene il processo non fosse finitoMa lascio’ la segreteria telefonica accesaHa lasciato un saluto , con parole sincereMessaggi che nessuno mai ascoltera’Diecimila messaggi al giorno ,un altro milione di trasmissionicancellatevittime del Laissez Fairediecimila voci , cento pistolecento decibel diventano unouna pallottolauna testa vuota…..ora che la serotonina e’ finita…
FINITA L’uomo che un tempo parlava ora ha una splendida routineSi sente un po’ trattato con accondiscendenzaMa non si sente maleLui ha trovato un posto nella tua testaE tu ti sentirai un po’ confusoMa non e’ che a lui non gliene frega , si!La televisione ti ha messo in testa un pensieroCome una canzoncina di Barry Manilow (quello di OH MANDY!)A me piacerebbe insegnare al mondo a cantareIn perfetta armoniaUno sguardo vuoto musicatoMa a te non dovrebbe fregarteneNon e’ fatto perche’ te ne freghiLoro scommettono che non te ne fregherai Metteranno una scommessa sulla tua cupidigiaE una scommessa sul tuo orgoglioPerche’ cercare di sconfiggerli quandoUn milione di altri ci hanno gia’ provato?
NOI SIAMO LE TROIEIntellettualmente spaiati
NOI SIAMO I FROCIDisfunzionalmente rilanciati Un’ altra pillola per uccidere il doloreUn’ altra pillola per uccidere il doloreUn’ altra pillola per uccidere il doloreVivendo nel conformismo Un’ altra preghiera per tenermi sicuroUn’ altra preghiera per tenerci caldiUn’ altra preghiera per tenerci sicuriCi sara’ un cazzo di POSTO MIGLIORE Persa la battaglia , persa la guerraPerse le cose per cui vale la pena viverePersa la voglia di vincere la lottaUn’ altra pillola per uccidere il doloreNA NA NA NA NA I viaggio diventa duro,il duro diventa debitonon fare attenzionepaga l ‘ affittoI tuoi parentiPagano per i tuoi peccatiUna piccola fede dovrebbe tenerci sicuri
SALVACI L’esistenza – UMANASta cadendo – LA RESISTENZAE’ essenziale – IL FUTUROE’ gia’ scritto – LE POSSIBILITA’ SONOAstronomicamente contro di noi – SOLO DEFICIENTI E GENIFarebbero una battaglia gia’ persa – CONTRO L ‘ EGO SUPREMOMentre darla vinta e’ cosi’ maledettamente comodo E cosi’ andiamo avantiCon le nostre viteSappiamo la verita’Ma preferiamo le bugie Le bugie sono sempliciSemplice e’ felicita’Perche’ andare contro la tradizione quando possiamo Ammettere sconfitta Vivere in DeclinoEssere vittime del nostro stesso disegnoLo Status-QuoCostruito sul sospettoPerche’ mai qualcuno dovrebbe esporsi ?!?Membri del ClubNoi abbiamo il nostroVorrei presentarvi colui che ci ospita Lui ha il suoEd io ho il mioVi presento il Declino


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: