Punkadeka.it

OTMOP: Sirens

OTMOP: Sirens
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

OTMOP: Sirens

Purtroppo la maggiorparte dei cd che ci giungono in Italia sono produzioni per cosi dire di “mainstream” (sempre se di mainstream si può parlare per una scena come quella punk!) e cosi non abbiamo modo di poter usufruire di ottime band che per motivi distributivi e/o organizzativi non riescono arrivare alla nostra attenzione facendoci perdere cosi produzioni veramente di ottimo livello .

Gli “On the might of Princes” sono appunto una di queste band che sebbene facciano dell’ottima musica dalle nostre parti faticano ad arrivare (per fortuna che esistono ancora promoter interessati a promuovere qualità e che non si fanno influenzare da facili logiche di mercato!). Il sound degli OTMOP è veramente coinvolgente poichè sebbene non inventi nulla di nuovo cerca di mescolare insieme sonorità di scene differenti con grinta, energia e tanta passione.

Da un paio di giorni il loro nuovo album fa capolino in maniera fissa nel mio stereo perchè ad ogni ascolto riesco a catturare sfumature e particolarità che nei precedenti ascolti non avevo carpito. Mi trovo a dover descrivere a parole un lavoro articolato e complesso ma allo stesso talmente diretto che ti colpisce immediatamente. Il loro sound affonda le radici essenzialmente nel post-hc, cercando di rispolverarlo senza cadere in facili rieleborazioni new wave/emo con una ottima componente melodica a cui si uniscono le caratteristiche chitarre potenti e un forte essenza passionale nel cantato.

Se indubbiamente il post-hc è il filone principale dell’album, gli OTMOP arricchiscono il tutto con influenze “Nu-Hardcore” che vede negli Snapcase una delle band fondamentali. Le somiglianze non si limitano solo a questo ma anche alle grandi capacità compositive di entrambe le band in cui i testi hanno un ruolo fondamentale a corredo della musica.
br>Presto li vedremo in Italia per un tour promozionale e consiglio vivamente a tutti gli amanti di questo genere (e non solo) di non lasciarseli sfuggire…non vorrei azzardarmi in facili entusiasmi ma penso che presto la stampa internazionale punterà i suoi riflettori su di loro perchè veramente meritano.

Voto 8 (Per fortuna esistono ancora band che amano la musica e non solo i soldi!)


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
oppure   Accedi con facebook
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >