PITCH BLACK

PITCH BLACK
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
PITCH BLACK

Esordio sulla lunga distanza, dopo uno split in compagnia dei The Enemies e la colonna sonora della serie animata Swingtown, per i Pitch Black. Un gruppo che, a fronte di un curriculum tutto sommato limitato, può vantare una discreta esperienza nell’ambiente, come dimostra il fatto che al suo interno vi siano ex membri dei Nerve Agents, Big Rig e Screw 32, e che si siano già esibiti al fianco di mostri sacri quali i TSOL oppure gli Aggression. Con simili premesse la curiosità è molta, e devo dire che queste undici traccie non disattendono più di tanto le attese. Le sonorità, lo si capisce fin dalla copertina, devono molto all’horror-punk di AFI e (meno) Misfits, mentre è logico che i Nerve Agents esercitino ancora una certa influenza sul combo; molto azzeccata l’iniziale “The Wrath”, con la voce di Kevin Cross, decisamente poco “lirica” e più su tonalità hardcore, a suo agio su temi goticheggianti ora rilassati ora più serrati. La militanza nel combo di una tastiera, strumento che sembra essere quasi scomparso nel punk, aggiunge atmosfere al guitar sound di base, e rende così maggiormente appetibili brani quali “Half Empty” e “Undefented”. Probabilmente non diventeranno famosi, anche se il loro sound piacerà ai (parecchi) fans dei già citati AFI che si trovano oltreoceano, ma pur non essendo affatto male difficilmente i Pitch Black troveranno molte attenzioni nel vecchio continente. Questo non vuol dire che non le meritino; ma la musica, come la vita del resto, non sempre va come dovrebbe.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: