PUNK & DISORDERLY 2005

PUNK & DISORDERLY 2005
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

Anche quest’anno è finito il festival Punk & Oi! tedesco per eccellenza..si ,stiamo parlando del Punk & Disorderly 2005!
Quest’anno l’evento si è tenuto al Metronom di Berlino; il “locale” era costituito da 2 stages dove si esibivano le bands.

Tre Giorni a Berlino…


L’atmosfera che si respirava era quella della Skin&Punk Unity,c’erano molti punks ma anche molti skins (vedendo le bands partecipanti si può capire anche il perché).
Parlando dei gruppi, l’unica rappresentanza italiana erano i Klasse Kriminale, storica oi-band capitanata da M. Balestrino con la nuova formazione.
Presenti anche quest’anno delle leggende dell’oi! : i Last Resort,gli Oppressed e i Businnes. In campo punk sono stati molto graditi i storici the Boys, gli altrettanto storici Splodgenessabounds, gli Antinowhere league e i Wretched ones.

..ma partiamo ora con  i concerti:

Venerdi’ 21/01/05 – Giorno 1

Apre il primo giorno del festival nello  stage 1 la band tedesca Volxsturm  mentre nel secondo stage aprivano le “danze” la punk’n’roll band tedesca Small town riot…. purtroppo di questi due gruppi non posso dirvi nulla per il semplice fatto che ero ancora in coda fuori per entrare!

L’unica nostra rappresentanza italiana a Berlino si e’ fatta rispettare da tutti i kids presenti nel primo stage.. sto’ parlando ovviamente dei Klasse kriminale i quali hanno concluso il loro show con la mitica e storica cover dei Sham69 “If the kids are united…”..della loro esibizione mi sono goduto solamente quest’ultima canzone siccome ero ancora fuori al freddo…!

Dopo i kk sono saliti sul palco,sempre nel primo stage,i londinesi  Neck (da non confondersi con il nostro cantante…)con un ottimo irish-punk stile Floggin molly. Sinceramente non li avevo mai sentiti ma dalla loro esibizione mi sono deciso di comprare il loro album “Here’s mud in yer eye!” consigliatissimi per gli amanti di questo genere. Onestamente non saprei dirvi i pezzi che hanno fatto ma erano decisamente carichi e pogabili!

Di seguito i Kings of nuthin, band tra il punk e il rockabilly, anche di questi non avevo mai sentito nulla ma la loro esibizione era piena di carica e molto trascinante. Una nota particolare va “agli effetti speciali” di fuoco provenienti dal pianoforte e dagli strumenti a fiato.

Dopo 1h circa di esibizione, e’ toccato agli Anti nowhere league a riscaldare ancora di piu’ l’atmosfera.

Acclamati da moltissimi punks e da parecchi skins hanno tenuto uno show degno del loro nome con moltissime storiche canzoni come “we’re the league..”,”so what” e ”i hate people”. Animal (il cantante per chi non li conoscesse)era carico da far paura e lo show ne ha sicuramente giovato.

Lo show degli Anti non l’ho finito di vedere perche’ nello stage 2 era il turno degli Splodgenessabounds,storico gruppo punk77,e cosi’ eccoci davanti ad una delle storiche band del “vecchio” punk!

Nonostante lo show dai molteplici problemi tecnici (e’ saltata perfino la luce durante l’esecuzione della storica canzone “I fell love with a female plumber from harlesden nw10”),la band ha sfornato dei pezzi storici come appunto “I fell…”, ”Two little boys” e la cover di “Borstal breakout” degli Sham69. La performance in definitiva e’ stata molto buona e i pezzi vecchi erano riconoscibili, peccato per la poca gente presente nello stage (forse a causa dei Wretched ones nell’altro palco).

Il mio prmo giorno finisce qui..dopo gli Splodge  hanno chiuso il primo giorno i Kassierer nel primo stage e i Towerblocks nel secondo.

 

 

Sabato 22/01/05 – giorno 2

 

Eccoci nuovamente davanti al Metronom, questa volta sono arrivato 4 ore prima per non dovermi fare quella maledetta coda…!

Questo giorno era quello che mi interessava di piu’ del festival data la gran qualita’ delle bands che ci hanno suonato.

Praticamente per tutta la serata sono stato nel secondo stage se non per 2 piccole apparizioni nel primo per dare un occhiata nei momenti morti tra una band e un’altra.

Hanno aperto i Madlocks, gruppo punkrock tedesco seguito,a quanto pare, da molti skins (almeno mi baso sulla gente che era presente per vederli). I pezzi suonati non ne conosco manco uno ma per quanto riguarda la musica era buona ma sinceramente ero in trepida attesa dei Rejected youth!

Dopo una pausa di 20min ecco che i Rejected salgono sul palco,per chi non li conoscesse questa band fa uno streetpunk bello potente, sono di origine tedesca ma sono conosciuti anche fuori dalla Germania. Di loro, almeno fino alla loro esibizione, avevo sentito solo qualche canzone in qualche compilation e dal loro sito internet,e quindi non vedevo l’ora di vedermeli dal vivo.

L’esibizione e’ stata eccezionale a parer mio, le canzoni eseguite erano piene di carica e venivano cantate dalla maggior parte dei skins tedeschi.

I pezzi proposti erano tratti dai loro vecchi cd e anche da quello nuovo, che uscira’ a Marzo. Una canzone che ha attirato particolarmente l’attenzione della gente presente era “antifascista” presente sul loro nuovo album. Altre canzoni eseguite erano “nineties’ youth” (presente anche nella compilation stay punk),”affected donkeys”,e “america”. In definitiva sono stati grandissimi…a maggio dovrebbero venire in italia non perdeteli!

Ora una nota negativa all’organizzatore del festival: ma come si fa a mettere gli Skeptix (gruppo storico hc anni 80)nello stesso momento degli Antidote!??!?!mah secondo me e’ stata una scelta sbagliatissima perche’ due band  cosi’ dovevano essere nello stesso palco e una dopo l’altra…sorvoliamo….

Rullo di tamburi ed ecco dall’Olanda i grandissimi Antidote con il loro potente streetpunk la canzone con cui hanno aperto il concerto era la piu’ azzeccata…sto parlando di “Go pogo”..mai nome per una canzone e’ stato piu’ adatto!! Il pogo e’ cominciato e punks e skins si sono scatenati! Hanno seguito altre stupende canzoni come “no nazis in punk”,”new enemy”(tratta dal loro ultimo album),”fuck the media”,”my government is a farce” e “back in year zero”,secondo me le migliori! Per descrivere la loro esibizione basta una parola sola: eccezzionali!

Dopo 20min di riposo,erano d’obbligo dopo quel pogo,era la volta degli Eastside boys,un gruppo oi tedesco. Ma siccome non erano di mio interesse sono andato a vedermi gli ultimi 10min degli Aargy bargy nello stage 1 i quali hanno concluso il loro show con una cover dei mitici Cock sparrer.

In attesa della salita sul palco n.2 dei Filaments mi sono fermato nello stage n.1 per vedermi un po’ i Discipline. Di loro avevo sentito solo un cd e non mi attiravano granche’ ma devo dire che in live sono tutt’altra cosa. Buon hc con molte tendenze oi!,veloci e potenti..i skins e i punks hanno avuto modo di sfogarsi insomma.

Finalmente ecco il turno dei Filaments nello stage n.2i Filaments sono un gruppo ska-core inglese molto veloce con alle spalle gia’ 2 cd (si sono formati 4 anni fa…).

D’effetto la cresta di Mike jones (anche se nel pubblico c’erano delle creste che superavano la sua e anche di molto…)e grandissima performance!

Le canzoni eseguite erano tratte dal loro debut album “Skull & trombones” e anche dal loro ultimissimo cd “What’s next?”. Ottimo pogo e ottima musica! Le canzoni ti trascinavano come un matto ed era difficile stare fermi! Da citare nelle canzoni eseguite “trevor”,”punk unity”,”b.p.c.” molto belle!

Dopo questa eccezionale performance me ne sono andato dal Metronom per dirigermi verso l’ostello.

Per dover di cronaca vi dico chi ha chiuso il festival quel giorno: nello stage 1 hanno chiuso gli storici Oppressed che  hanno suonato dopo i Last resort, altra storica oi band!

Mentre lo stage 2 e’ stato chiuso con gli Stage bootles di origine Tedesca.

 

 

Domenica 23/01/05 – Giorno 3

 

Il giorno di chiusura del festival secondo me era il piu’ scarso in termini di bands ma comunque non da buttare.

Io sono arrivato giusto per godermi i Business e i the Boys visto che erano gli unici che mi interessavano!

Posso comunque darvi alcune notizie su un gruppo che avrebbe meritato sicuramente di essere visto….sto’ parlando degli SS-kaliert un gruppo chaos-punx tedesco …praticamente i Rotten bois tedeschi a parer mio,forse un po’ piu’ potenti di quest’ultimi.

Ma andiamo a parlare dei gruppi che ho visto …I business…che dire l’ultima mezz’ora del loro concerto e’ stato spettacolo puro!

Il batterista era una bomba… velocissimo! In questi ultimi 30minuti hanno eseguito canzoni storiche come “Suburban rebels” e “Drinking ‘n driving” con la quale hanno chiuso lo show facendo salire mezzo pubblico sul palco!

Avranno anche i loro anni ma lo spettacolo lo riescono a reggere benissimo!

Siamo ora allo storico gruppo punk77 inglese per eccellenza,a parer mio,i mitici e unici the Boys!!!

Non vedevo l’ora di sentirli…i “nonnetti” erano in gran forma ed hanno spaccato come non pochi riuscendo a dar carica a tutte le persone presenti davanti a loro. Il batterista simil-solange (eheh) era una furia e non sembrava neanche avere gli anni che ha in realta’.

Hanno eseguito pezzi storici come “weekend”,(secondo me la migliore),”i don’t care”,”i love me”,”you’d better move on” e “first time”!!!

Hanno suonato per 1h e passa ma posso dire che non c’è stato neanche un momento di noia! I l pogo era ottimo, punx, skins e psychobillies tutti insieme a pogare!

Una grande conclusione per un grandissimo festival!!!

 

 

al prossimo anno per un altro Punk & Disorderly!!!

 

 


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: