Punk Rock Raduno: 4 chiacchiere con l’organizzazione

Abbiamo avuto il piacere di scambiare due parole con Franz (Otis Tour, Miss Chain & The Broken Heels) e Andrea (The Manges, The Veterans, Striped Music), organizzatori del festival punk dell’estate italiana: il Punk Rock Raduno.

Ciao ragazzi!
Innanzitutto spiegaci che cos’è il Punk Rock Raduno 

Andrea:
Il Punk Rock Raduno è un festival a ingresso gratuito che si terrà a Bergamo dal 14 al 17 Luglio 2016. Suoneranno 18 gruppi provenienti da Italia, tutta Europa e America. Abbiamo provato a costruire un evento che fosse il più professionale e godibile (bel palco, servizi, ostello, food&drinks, dj set) ma anche spontaneo e PUNKROCK. Ad esempio, la grafica del cartellone di quest’anno l’ha fatta una ragazza durante un workshop sulla grafica punk, non un professionista. Alcuni amici bloggers stanno preparando la fanzine fotocopiata del raduno con le interviste ai gruppi. Uno degli sponsor farà serigrafia stampando il merchandise del raduno su richiesta durante l’evento. Avremo uno show acustico riservato agli ospiti dell’ostello convenzionato. Ci sarà una mostra di memorabilia dei Ramones a cura di www.ramones.world e cavolo, ci sarà anche una speciale edizione del Filler per la prima volta a Bergamo.
Tutto ciò è nato spontaneamente, mettendo insieme diverse realtà e labels e semplicemente lasciando spazio a tutti… noi organizziamo l’evento, ma lo mettiamo a disposizione della scena. Alla fine verranno anche un sacco di banchetti con dischi, libri e merchandise. Sarà una figata. 

Come è nata questa idea?

Franz:
Purtroppo il Punk-Rock (o il Garage, o tutta la musica underground di matrice Rock’n’Roll) non gode certo di grande popolarità in questi anni. Non è in radio, in televisione, e non è certo una sottocultura che le nuove generazioni stanno abbracciando facilmente.
Tuttavia, c’è una bella nicchia di “fedelissimi” che lo tiene in vita.  Suonando, pubblicando dischi, comprandoli, andando ai concerti, facendo foto, parlandone. Non stiamo certo parlando di milioni di persone, ma sfido a trovare una scena così appassionata ed entusiasta.
Ovviamente queste persone sono sparse in paesi, città, nazioni, continenti diversi.
Ed ogni occasione di ritrovo diventa sempre una festa, una vera e proprio “reunion”, al di là dell’evento in sé o di chi suona.
Ecco, il Punk Rock Raduno è nato quasi per scherzo.
Siamo partiti dal “che bello sarebbe organizzare un festival per tutte le etichette che pubblicano dischi punk-rock, un appuntamento dove ogni anno ci si possa ritrovare e far festa. L’ Europa avrebbe bisogno della sua The Fest o Insub Fest, qualcuno dovrebbe pensarci…”
E da lì non ne siamo più usciti…

Oltre che il pop punk, ci sarà anche una minima rappresentanza di HC: come mai questo scelta?

Franz:
Non crediamo all’idea del punk-rockduro e puro. Musicalmente, ci piacciono le contaminazioni (noi stessi ascoltiamo e suoniamo generi anche diversi dal Punk….Sixties, Garage, Soul…), e non volevamo fare un festival di solo “Ramones-Core”.
Non è lo stile di musica che conta, ma l’attitudine con cui la si suona e la si porta avanti.
Passione, autoproduzione, impegno, condivisione, D.I.Y…. questi sono i prerequisiti, non il fatto che si suoni più o meno distorti, veloci o in 4/4
In più, tutti noi siam cresciuti e ascoltiamo HC-Punk. Non lo vediamo come “cosa diversa” dal Pop-Punk, ad esempio. Ed ospitando il #fillerday la domenica, non potevamo far altro che affidar la direzione artistica della giornata al grande guru Dario Maggiore!

La prima edizione del festival sarà correlata dall’uscita di un LP a tema: ci puoi dire qualcosa di più a riguardo?

AndrFraea:
L’azienda che stampa dischi in vinile è uno dei nostri sponsor. Ogni gruppo ha messo a disposizione una canzone inedita o rara… il risultato è incredibile, anche in virtù del fatto che la lineup del festival è secondo me veramente interessante. Da quando internet ha rivoluzionato il mercato musicale, le compilation hanno perso molto del loro fascino. Ma quelle fatte bene, con il cuore, con un progetto preciso e buona musica, sono sempre una cosa speciale. Il disco sarà disponibile al festival e successivamente distribuito e venduto in giro… servirà a finanziarci un po’ dei rimborsi alle bands (i concerti sono gratis, l’abbiamo già detto?) e a promuovere il Raduno tutto l’anno.

Franz:
Onestamente, non pensavo ce l’avremmo mai fatta. Le tempistiche erano troppo corte.
Tuttavia, le band sono state commoventi….abbiamo raccolto 18 pezzi inediti o rari in poco più di un mese….WOW!

Nella mente di voi organizzatori c’è l’idea di fare del Punk-Rock Raduno un appuntamento fisso dell’estate?

Andrea:
E’ un po’ presto per parlarne… adesso abbiamo come unico pensiero quello di far funzionare questa prima edizione, ma certo che ci piacerebbe farne un appuntamento fisso!

Franz:
Se ce lo chiedi adesso, a pochi giorni dall’evento, potremmo risponderti “Non ci infileremo più in un guaio simile…mai più!!”
Tuttavia, tra noi stiamo già parlando di gruppi per l’anno prossimo, di come migliorarci, di come coinvolgere ancora più realtà e persone…
Volenti o nolenti, credo non ci sbarazzeremo mai di questa stressantissima benedizione chiamata Punk-Rock!

PUNK ROCK RADUNO, Edoné, Bergamo

Giovedì 14 uglio, Warmup Show:
Deecracks (Austria)
Midrake (Svizzera)
Sugus (Spagna)
Mega (Italia)

Venerdì 15 luglio:
Chixdiggit! (Canada)
Jimmy Vapid (Canada)
Tough (Italia)
Volkov (Italia)

Sabato 16 luglio:
The Manges (Italia)
Zatopeks (UK)
Baby Shakes (USA)
Mugwumps (Austria)
The Leeches (Italia)
Lucy And The Rats (UK)
The Ractliffs (Austria)

Domenica 17 luglio:
Slander (Italia)
Council of Rats (Italia)
Teenage Bubblegums (Italia)

INGRESSO GRATUITO

Per ulteriori info:

http://www.punkrockraduno.com/