THE QUEERS + ACCELERATORS, 10/05 Skaletta Rock Club (La Spezia)

THE QUEERS + ACCELERATORS, 10/05 Skaletta Rock Club (La Spezia)
A cura di   |     |  
 1 Commento

DSCF6689

Come ogni anno ormai da un po di tempo tornano a farci visita i Queers! Come ogni anno ormai da un po di tempo fanno tappa obbligatoria alla Skaletta di Las Pezia! Non c’è cosa migliore di un concerto dei Queers in Skaletta! Solo chi c’è stato almeno una volta può capire il fascino del piccolo club ligure: amicizia, passione e musica fanno di questo glorioso locale il luogo ideale per passare le serate (anche per chi come me abita a 1 ora e mezzo di distanza).

A aprire le danze tocca agli Accelerators, punk-rock band di Rotterdam. Nessuno meglio del quartetto olandese, che ha suonato con i Queers anche a Piacenza e Livorno in questo tour, avrebbe potuto riscaldare meglio l’ambiente: Ox e compagni sfoderano una prestazione  davvero niente male con il loro punk-rock aggressivo e melodico allo stesso tempo. La scaletta è formata complessivamente dai pezzi dei due album da studio degli Accelerators. Dal bellissimo “Fuel for the Fire” piazzano subito la title track e Statues oltre a pezzi come She Wants to Change the World (But She’s Not Changing), What Side Are You On?, Play Me For a Fool e la cover dei Cheap Trick Southern Girl che fanno di questo disco uno dei più belli nella mia classifica personale del 2012. Dal self-titled invece la band olandese propone tra le altre Go Get Your Brain Checked, 30.000 Cigarettes, I’m Not Sorry e la conclusiva We Don’t Know What To Say. Una mezz’oretta davvero niente male per gli Accelerators che come al solito non deludono mai!

Piano piano la Skaletta si riempie di giovani e meno giovani (anche se probabilmente l’affluenza fu più numerosa lo scorso anno). Ora tocca ai veterani Queers. A proposito di veterani la data di La Spezia (come altre nel tour italiano 2013) vede la presenza di Massi dei Manges al basso, abbastanza conosciuto da queste parti, e di Bear Williams alla batteria. Joe King appare in ottima forma e di ottimo umore (cosa non del tutto scontata, come mi ha dimostrato il concerto di Firenze dell’anno scorso) e, dopo aver indossato la classica maglia Manges a strisce orizzontali, attacca subito con No Tit prima di lasciare il microfono a Chris dei Tough per You’re Tripping Wimpy Drives Through Harlem. Poi uno dopo l’altro tutti i più famosi pezzi della band come I Live This Life, I Hate Everything, Born To Do Dishes, Debra Jean, Psycho Over You passando per Cindy’s On Methadone degli Screeching Weasel e White Minority dei Black Flag e le immancabili Don’t Back Down, Fuck The World e Granola Head. Neanche un guasto alla testata di Joe riesce a rovinare la serata che si conclude con l’altrettanto immancabile ode ai Ramones rappresentata da Cretin Hop.

I Queers, semmai ce ne fosse stato bisogno, si confermano nell’olimpo delle punk-rock band ancora in circolazione e anche se Joe è rimasto l’unico membro fondatore ancora presente, il risultato non cambia assolutamente! Per quanto riguarda la location c’è poco da dire: basta provare almeno una volta per capire cosa significa assistere ad un concerto punk-rock alla Skaletta!

Guarda le foto! http://www.punkadeka.it/queers-skaletta-rock-club-la-spezia-10-05-2013/ e http://www.punkadeka.it/people-skaletta-rock-club-laspezia-10-05-2013

 

 


Commenti (1)

  1. Davide Tamburlini ha detto:

    Lunga vita ai Queers!

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: