Punkadeka.it

RAZZAPPARTE: Servi o Ribelli

RAZZAPPARTE: Servi o Ribelli
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

RAZZAPPARTE: Servi o Ribelli

Oi! RAZZAPPARTE e non è un errore le due PP, quasi a rafforzare la differenza e certamente non si puo’ non fare a meno di trovarsi davanti a ragazzi fatti di un’altra pasta che nulla hanno a che vedere con la maggior parte della popolazione di questo mondo…Servi o Ribelli che di questi giorni diventa attualita’ dopo che qualcuno si è accorto che anche l’italia è in Guerra, non entrero’ in discorsi politici sui quali la penso in modo antietico rispetto all’opinione pubblica che è cieca di fronte alla realta’ dei fatti e si imbottisce delle lacrime che a quintali si sono affrettati a trasmettere i telegiornali e tutti i media.

RAZZAPPARTE, questo siamo e la Band che mi ritrovo a mettere sul lettore per recensire mi fa tornare a riflettere sulla realta’, magari provate ad ascoltare “Il Posto dove Vivo” dove la storia non è molto distante da tutte le realta’ cittadine del mondo, Guerre e sempre guerre in ogni luogo, posti che diventano invivibili per gente che ha degli ideali di liberta’ e se ne hai e lotti per questi allora ti ritrovi “dietro le sbarre” a pagare il prezzo dell’ingiustizia per il solo fatto che non sei conforme, direi che funziona come in una catena di montaggio…o sei perfetto o sei un rifiuto ed allora sono fiero di essere rifiuto.

L’Oi! È da sempre il mezzo musicale per esprimere la rabbia e l’odio verso una societa’ Borghese, Fricchettona e fascista, soprattutto fascista e razzista ma c’è la S.H.A.R.P. che da sempre racchiude in un movimento ben definito tutti coloro che credono in ideali di liberta’ razziale e antifascismo.“Servi e Ribelli” tra le sue tracce racchiude questo brano dedicato al Movimento, il tono è polemico nei confronti di coloro che si fregiano di appartenenze che non gli appartengono e che sono fonte di inquinamento per il movimento stesso che negli ultimi tempi si sta ricompattando…Mi piace chiudere questa strana recensione con un elogio alla unione di diverse etichette che hanno dato la possibilita’ che i RAZZAPPARTE arrivassero sino a noi e a voi che leggete e chiudo con questo ritornello di “Marchiati a Vita”“Forse stiamo un po invecchiando, le canzoni non son le stesse anche se da una vita, ormai, non facciamo il loro interesse…MARCHIATI a VITA!!!”
…Se la vecchiaia fa questo effetto allora continuate cosi’ ad essere RAZZAPPARTE abbiamo bisogno di V_Oi!
Per qualsiasi info: info@cityofthedead.net


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
oppure   Accedi con facebook
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >