RETISONIC

RETISONIC
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
RETISONIC

La prima cosa che si può dire di questo singolo è : “Che Stile!!!” ( inseguito al tipico fischiettare di stupore ).Una grafica accattivante, precisa, impeccabile. Il libretto ha una forma tutta sua, sicuramente progettata da un designer abile e con molta esperienza. Ricorda parecchio lo stile dell’ultimo disco dei BLUETIP ( “polymer” Dischord N°121 ). Il mistero viene subito risolto. Questo è un’altro capitolo per JASON FARREL, cantante/chitarrista/designer deiBLUETIP, che dopo aver concluso l’attività con il gruppo qualche mese fa, si trasferisce a NEW YORK reclutando nuova gente per inziare una nuova band :RETISONIC. Sono davvero curioso di sentire questo cd. Torno a casa dal concerto, dormo e la prima cosa che faccio dopo essermi svegliato è schiacciare quel dannato PLAY del mio stereo. Un’altra piccola analisi alle grafiche del disco e parte la prima canzone. i 2 minuti e 11 secondi di “I don’t drink ( with co-workers )” – non è affatto un allusione all’essere Straight Edge – sono intensi e mi suscitano un pò di nostalgia dei BLUETIP (R.I.P. ). La mente che ha composto questi brani è la stessa identica dei BLUETIP. Si potrebbe dire che sono la stessa band trasferita da WASHINGTON D.c. a NEW YORK CITY. Ottima tecnica, suoni curati dal maestro J. ROBBINS (Burning Airlines, JAWbox, Promise Ring, Bluetip ) e composizione originale e coinvolgente. Nuova e spumeggiante.Questo è solo il singolo di quello che è l’EP dei RETISONIC “Lean Beat”, anch’esso dotato di un Layout invidiabilmente originale e stiloso, e di canzoni da un energia travolgente. Ormai JASON FARREL è a tutti gli effetti un NEW-YORKESE, ma questo disco è destinato a chi ama il suono di Washington D.c. ( FUGAZI & Co. ) e il buon, sano e nuovo Rock’n’roll!!


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: