Road to ruins fest alla sesta edizione.

Road to ruins fest alla sesta edizione.
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
Road to ruins fest alla sesta edizione.

FESTIVAL PUNK ROCK ‘ROAD TO RUINS’ ( www.roadtoruins.it  )
SESTA EDIZIONE!!!

Festival: INIT, via della Stazione Tuscolana 113 – Roma
Venerdi 9 – Sabato 10 maggio 2008

“ROAD TO RUINS” e’ uno dei piu’ importanti eventi europei dedicati alla cultura e alla musica punk rock. Giunto alla sua sesta edizione, il festival presentera’ come ogni anno i migliori artisti internazionali e nazionali di questo genere che dall’anno della sua esplosione, il 1977, sembra non conoscere segni di usura!
Finalmente in Italia, in esclusiva al Road to Ruins, i leggendari Angry Samoans, storica punk/hardcore band californiana e Vic Godard and the Subway Sect, uno dei gruppi piu’ carismatici ed influenti dell’esplosione punk in Inghilterra. Oltre a questo nomi, sara’ presente per la prima volta in Italia, Bob Log III, visionario ed eclettico noise-guitar-man che fara’ impazzire tutti gli appassionati del garage rock piu’ autentico e viscerale.
Oltre a questi prestigiosi headliners, le nuove emozionanti sensazioni rock’n’roll come The Dissuaders, The Steaknives, Cokerocket, Anti You, Radars, Wild Weekend, The Sperms.
Alla fine dei concerti, i migliori rock Dj set italiani ed internazionali selezioneranno musica sino a notte inoltrata.

Cast per l’edizione 2008 ( sesta edizione )

Giovedì 8 maggio – OPENING PUNK PARTY!
MADS, via dei Sabelli 2 ( San Lorenzo ) – Roma – ingresso 5 euro
VIC GODARD AND THE SUBWAY SECT ( UK ), THE WILD WEEKEND ( IT ), THE SPERMS ( IT )
+ Dj set: Lory Taxi/Henry Kyb

Venerdi 9 maggio
INIT via della Stazione Tuscolana 113 – Roma – ingresso 12 euro
THE ANGRY SAMOANS ( USA ), THE DISSUADERS ( IT ), ANTI YOU ( IT ), THE STEAKNIVES ( IT ),
+ Dj set: Stefano Gilardino ( Rocksound/Punk magazine ), Henry Kyb

Sabato 10 maggio
INIT via della Stazione Tuscolana 113 – Roma – ingresso 10 euro
BOB LOG III ( USA ), LOW TUNE DUO ( IT ), COKEROCKET ( IT ), THE RADARS
( IT )
+ Dj set Gianluca Polverari ( Radio Citta’ Aperta/Alternitalia )

ANGRY SAMOANS ( LOS ANGELES – USA )
Questa leggendaria band californiana nasce nel 1978 ad opera del batterista e futuro cantante e chitarrista, Mike Saunders ( aka Metal Mike ), e il cantante Gregg Turner. I due erano reduci da un’esperienza con un’altra primordiale punk band dell’epoca, i VOM.
Nel 1980 arrivano alla loro prima pubblicazione, per un’etichetta indipendente, la Bad Trip. L’esordio s’intitola ‘Inside My Brain’, una manciata di canzoni abrasive ed essenziali che li proiettano nel ‘gotha’ del punk americano.
Quasi contemporaneamente i rapporti tra i due fondatori, Mike Saunders e Gregg Turner, iniziano a incrinarsi, sino all’abbandono di quest’ultimo. Questa situazione spinge Mike a prendere le redini del gruppo e a passare dalla batteria alla voce, divenendo nuovo leader. Così finalmente nel 1982 il gruppo pubblica il primo album completo, ‘Back from Samoa’, uno dei capolavori riconosciuti del punk rock californiano, sulla stessa stregua di classici come Adolescents, Dead Kennedys, Agent Orange, Circle Jerks etc…
Quattordici canzoni per diciassette minuti complessivi di musica che fanno di questo disco un vero e proprio manifesto programmatico della rabbia giovanile degli anni ’80.
L’entusiasta reazione suscitata dal long-playing, stimola la band ad effettuare decine di concerti in tutti gli States, impegnando duramente Metal Mike e soci . Dovranno infatti passare ben quattro anni prima che la band riesca a ritrovare la via degli studi di registrazione, momento questo che coincide con la pubblicazione di ‘Yesterday Started Tomorrow’.Il gruppo ci prova ancora, un’ultima volta, nel 1988, quando viene realizzato l’album ‘STP Not LSD’, ovvero l’ultima pubblicazione ufficiale che non ottiene il successo sperato.
Da allora Mike Saunders ha continuato la sua carriera solista, continuando a realizzare sempre ottimo rock’n’roll diretto e senza compromessi.
Il resto e’ storia recente….la band e’ finalmente ritornata sulle scene, sconvolgendo il fedele pubblico di appassionati che li ha sempre sostenuti, con l’immutata carica e ed energia dei lontani esordi!!!!
Siamo orgogliosi di presentarvi, per la primissima volta in Italia, una delle bands STORICHE dell’originale California Punk…THE ANGRY SAMOANS!!!!
ESSERCI O SPARIRE!!!!
www.angrysamoans.com
www.myspace.com/192503angrysamoans

BOB LOG III ( ARIZONA – USA )
Una tuta da stuntman, il casco integrale dotato di microfono interno, la chitarra, il bottleneck, qualche brandello di batteria e una passione sfrenata per le tette: questi sono i segni distintivi di Bob Log III, la più delirante e folle one-man band attualmente in circolazione!
Vuole la leggenda che, ancora fanciullo, Bob abbia perso una mano a causa di un incidente in barca e che, in sostituzione, gli sia stata impiantata una zampa di scimmia: a suo dire la cosa non è poi tanto male, a patto che l’altra si abitui a reggerne i ritmi indiavolati. Sarà vero? I dubbi sono tanti e legittimi, ma a testimonianza dei suoi progressi in tal senso abbiamo a disposizione una manciata di album, di cui tre realizzati per la gloriosa Fat Possum Records, di blues in puro delta style, tanto ispido e selvaggio da sconfinare nel punk: la sua personale interpretazione degli insegnamenti di Mississippi Fred McDowell.
Si è a lungo favoleggiato sulla reale identità di Bob Log III, e la questione permane controversa… si vociferò persino che sotto al casco potesse celarsi Tom Waits in persona, per via di qualche dichiarazione in cui proprio quest’ultimo affermava di essere assolutamente affascinato dallo stile del misterioso bluesman di Tucson e dal fatto che non ci fosse verso di capire una sola parola di quello che cantava.
Bob, dal canto suo, sostiene che le uniche ragioni per cui si ostina a tener stretto il suo carapace non hanno nulla a che vedere con un senso di vergogna per l’aspetto fisico o il contenuto dei testi, dei quali è anzi particolarmente orgoglioso: semplicemente, essendo nativo dell’Arizona, dopo 15 minuti all’interno del casco riesce a sentirsi a casa in qualunque angolo del pianeta si trovi. Inoltre, se gli capitasse di rotolare giù dal palco, non sarebbe costretto a smettere di cantare per andare a recuperare il microfono.
La sua ultima prova ufficiale, “Log Bomb”, risale al 2003, ma il nostro prosegue una frenetica attività portando i suoi blues allucinati sui palchi di mezzo mondo con estenuanti performance live in cui puo’ accadere davvero di tutto!!!!
Per tutti gli orfani dei primissimi White Stripes ed i fans dei mai troppo compianti The Gories di Mick Collins un appuntamento assolutamente impedibile! C’mon, let’s rock!
www.boblog111.com
www.myspace.com/boblog111

VIC GODARD AND THE SUBWAY SECT ( UK )
La leggenda vuole che sia stato Malcom McLaren in persona a spingere il carismatico cantante Vic Godard e il chitarrista Rob Simmons a formare, insieme ad altri due giovanissimi fans dei Sex Pistols, i Subway Sect.
Ed e’ proprio grazie ad alcune infuocate esibizioni ‘live’ al 100 Club di spalla ai Pistols che la band viene notata dal produttore dei Clash, Bernie Rhodes che nel 1978 produce il loro primo singolo contenente l’emozionante ‘Nobody’s Scared’, una delle gemme indiscusse del primo punk britannico.
La band lavora di buona lena, e intorno al 1979 l’album d’esordio è pronto ad uscire ma, per circostanze non ancora chiare, improvvisamente Bernie licenzia in tronco tutta la band eccetto Godard, affermando di non essere più disposto a pubblicare il lavoro. Così si scioglie il primo nucleo del gruppo: il disco non verrà mai pubblicato ( uscira’ solo postumo nel 2007 per la ‘cult’ label inglese Overground records ).
Fortunatamente Godard non perde le speranze. Mescolando il punk degli esordi a una sua nuova passione, il rockabilly, riesce a riformare completamente i Sect e a realizzare due ottimi albums.
La nuova rivoluzione avviene nel 1981, quando il carattere inquieto di Vic lo porta a sciogliere nuovamente la band e ad intraprendere un’ inusuale carriera solista che lo porta ad avvicinarsi ad atmosfere musicali jazz e swing! Dopo un lungo periodo di attivita’ saltuaria durato oltre quindici anni, Vic e’ tornato di recente a suonare con lo stesso stimolo degli esordi e a esibirsi con regolarita’ nei rock clubs e nei punk festival del Regno Unito.
Un tuffo nell’immaginario che ha incendiato una generazione…. assolutamente imperdibili!
http://www.myspace.com/vicgodard

ANTI YOU ( ITALY )
Una delle bands piu’ telluriche della sempre validissima scena hardcore punk romana! Seguaci conclamati del verbo HC yenkee dei primi ‘80 ( Minor Threat, 7 Seconds, Verbal Assault, Battalion of Saints etc… ), sono tra i gruppi italici piu’ amati in Italia e all’estero. Reduci dal loro secondo tour in terra americana, hanno da breve realizzato una serie di uscite discografiche con varie etichette d’oltreoceano ( Puke’n’Vomit, Punk Before Profits e No Way records ).
Un solo consiglio….gettatevi nella mischia….DON’T AFRAID THE POGO!
www.myspace.com/antiyouhc

THE STEAKNIVES ( ITALY )
Gli Steaknives, freschissima band capitolina, “danno un taglio” alle consuetudini e ai compromessi di certa scena punk rock italiana.
Il gruppo nasce nel 2007 ed esordisce quasi immediatamente con un E.P. prodotto dall’etichetta americana Zodiac Killer Records, intitolato “We can’t stand this world”.
Rabbia, energia e dinamismo sono gli ingredienti di canzoni dirette e feroci, vicine ai suoni del punk californiano a cavallo tra i ’70 e gli ’80, senza alcuna esitazione o mezza misura. Punto di forza della band una sincerità di intenti ed effetti, che affila le lame nella voce gridata, nella chitarra pungente, in una sezione ritmica dura e incalzante.
Dal vivo mantengono la promessa; coinvolgenti ed efficaci, i coltelli affondano e non hanno pietà!!!

www.myspace.com/thesteakknifes

LOW TUNE DUO ( ITALY )
Questa giovane band romana è nata nel 2006 in via dei Panieri, a Trastevere,dove il sole non scende mai e il fumo resta denso.
Low tune duo, sono la chitarra e la voce di Davide Lipari e la batteria di Fabrizio Veltri che si fondono a creare composizioni originali, un misto tra moderno rock’n’roll urbano e il blues energico e sporco stile Fat Possum.
Le tantissime esperienze live, partecipazioni a festival e soprattutto i due mesi di jam sessions a New Orleans, Boston e New York (con incontri sul palco di musicisti del calibro di Popa Chubby, Monster Mike Welch, Little Joe Cook e Braille Blues Daddy) forgiano ulteriormente la tempra e affinano la tecnica di questi romantici bluesmen del III° millennio.
Hanno realizzato uno splendido Lp di 11 brani originali, e un Ep con 4 brani, entrambi registrati nel 2006.
www.myspace.com/lowtuneduo

THE DISSUADERS ( ITALY )
Guidati dal carismatico Alex Vargiu, vera e propria leggenda dell’underground capitolino, nascono dalle ceneri dei Bingo, formazione punk rock che ha realizzato – negli anni ’90 – alcune delle pagine piu’ significative del genere.
I Dissuaders traggono la loro ispirazione dalle pagine del punk e del power pop ‘minore’ della fine degli anni settanta ( Slugs, Nasty Facts, Reruns, Boyfriends etc… ) che ha conosciuto una massiccia riscoperta grazie alla famigerata serie di compilation chiamate ‘Killed by Death’. In attesa di ascoltare il loro imminente esordio su vinile, potremo goderceli in un delizioso antipasto al Road to Ruins!
www.myspace.com/dissuaders

THE SPERMS ( ITALY )
Una delle bands della prolifica scena punk partenopea, gli Sperms muovono i primi passi nel 2000.
La loro intensa attivita’ live li porta a dividere i palchi con le piu’ importanti bands punk e garage italiane e straniere, come Taxi, Apers, Wild Weekend e molte altre.
Nel 2004 realizzano per il loro ottimo esordio con la Nicotine Records, l’Lp “Wow! What? What!?”
Stay tuned for more rock ‘n’ roll!!!!
http://www.myspace.com/thesperms

THE WILD WEEKEND ( ITALY )
Nati nel 1999, i Wild Weekend sono senza ombra di dubbio una delle migliori formazioni punk’n’roll italiane. Gli inossidabili Wild G/Gaetano Bartiromo e Wild JP/Gian Paolo Trifone, affiancati da Wild V/Enzo Criscuolo, ai tamburi sono una vera e propria macchina da guerra che non lascia superstiti al suo passaggio!
Sentire e vedere per credere!
Il gruppo ha all’attivo due ottimi albums, il primo per l’etichetta italiana Psych-Out e il secondo per la svedese Nicotine records.
Stay wild with rock ‘ roll!
http://www.myspace.com/wildweekend

COKEROCKET ( ITALY )
Provate a mettere in un frullatore la furia nichilista degli Screamers, il sofisticato cabaret elettrico degli Sparks, la follia dei Residents, l’ardore iconoclasta di Filippo Tommaso Marinetti e la sopraffina demenza della rana Kermit del Muppet’s show…ecco, probabilmente solo in questo modo riuscirete a capire di cosa stiamo parlando! Cokerocket e’ un progetto nato dalla collaborazione di personaggi attivi da anni nel ‘rock biz capitolino’ ( vedi Felt Ups, Black Circus Tarantola, Anti You etc… ) e si accinge a tagliare il traguardo del feticcio vinilitico – un EP intitolato ‘Give it All Up’, per l’etichetta Gonna Puke – proprio in occasione della sesta edizione del Road to Ruins!
Quale migliore occasione dunque, per festeggiare con bollicine e cotillons questo loro primo vagito?
www.myspace.com/cokerocket

RADARS ( ITALY )
I Radars sono un giovane trio romano dedito al rock’n’roll garage senza fronzoli. Essenziali e diretti come pochi, riescono con un pugno di note lacerate a vomitare tutta l’emotivita’ e l’intensita’ della loro esistenza.
Presto vedra’ la luce il loro primo Ep realizzato per l’etichetta americana Zodiac Killer records. Un piccolo grande riconoscimento alla sincerita’ e alla grinta di questa band.
www.myspace.com/weareradars


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: