ROOTS RADICALS: Poker d’assi

ROOTS RADICALS: Poker d’assi
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
ROOTS RADICALS: Poker d’assi

I Roots Radicals sono il tipico gruppo che prima o poi vedrete suonare nel Centro Sociale della vostra città. Hanno tutto ciò che serve per impersonificare il punk anticommerciale-anarchico: testi non politicamente corretti, anti fascisti e antiamericani, cantato in italiano, quindi diretto ma non esportabile, registrazione onesta e Cd poco colorato ma bello dal punto di vista grafico. I Roots Radicals ci propongono un mini Cd di 6 tracce, per un totale di diciotto minuti abbondanti di punk da manifestazione antisgombero. Le canzoni non sono male, anche se, forse, sono un pò troppo simili fra di loro, forse per via della voce sempre più o menouguale: la cadenza è molto ripetitiva ed il tipico parlato/urlato domina incontrastato. I cori, presenti molto frequentemente durante tutta la lunghezza del breve album, aggiungono grinta alle tracce, molto grezze e ruvide già di per sè. Per quanto riguarda le tematiche trattate nei testi,i titoli “Urban fight”, “Nessuna bandiera” e “N.A.T.O. e armato” danno una panoramica chiara sulle loro prese di posizione politico-sociali. Nelcomplesso l’album non è male, anzi… consiglierei l’ascolto e l’eventuale acquisto agli amanti del genere.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: