S.L.E.E.P.: Scratch Yourself

S.L.E.E.P.: Scratch Yourself
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
S.L.E.E.P.: Scratch Yourself

Ecco l’esordio degli S.l.e.e.p., gruppo di Pavia che aveva pibblicato nel ’98 un demo autoprodotto di sei pezzi. Questo ep di quattro pezzi rappresenta quindi per loro il battesimo per una maggiore distribuzione del loro materiale (curata dalla Loudblast). Il sound di questi giovani pavesi si colloca in quel genere che viene definito a volte Nu Metal a volte Crossover, possiamo di certo dire che gli S.l.e.e.p. hanno comunque attinto da gruppi come Sepultura, Pantera, Korn. Il suono di fatti è molto aggressivo, i riff di chitarra spingono con possenza e vengono ben appoggiati dal basso e dalla batteria. La voce alterna urlati, gutturali e parti rappate/parlate (crediamo che le capacità canore melodiche di Niko non siano all’altezza della sua grinta). Questi quattro brani colpiscono, molti sono i suoni e i passagi che si notano sin dal primo ascolto, ma va anche detto che le strutture dei brani risultano un po’ complesse, poco spontanee e perciò meno musicali: a qualcuno mancherà il riferimento che dà la classica alternanza di strofa-ritornello-strofa-ritornello-interludio-ecc.., ma tutto questo è questione di gusti… Gli S.l.e.e.p. sono insomma un gruppo dal suono solido e molto in linea con la tendenza attuale. Nella titletrack troverete infine l’ospite: Lorenzo dei Crackdown! Segnaliamo inoltre che recentemente c’è stato un’avvicendamento alla batteria e che si è unito al gruppo un secondo vocalist: staremo a vedere! I pezzi: Lifeless – Scratch Yourself – My Balance – In Paradise.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: