SKA-P

SKA-P
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

Oggi, nella splendida cornice del Mamamia estivo, a Senigallia, ho trovato il senso della vita: starsene seduti su un prato, con una bottiglietta da mezzo litro piena di vodka alla menta, musica reggae in sottofondo, facendo due chiacchiere con una ragazza carina e simpatica (ciao Sara!) nella prospettiva di stare per assistere al concerto di un gruppo grandioso che mi farà ballare fino allo sfinimento. Cosa c’è di più bello nella vita? Lontano 400 km da casa mia, lontano da qualsiasi preoccupazione, a 40 minuti dall’inizio di un concerto che si preannuncia grandioso; vorrei stare qui per sempre…

Ska-P + 3 allegri ragazzi morti + Norelax + Hormonauts22/05/04Mamamia, Senigallia (AN)

Proprio quando pensavo di mettere su casa nel giardino del Mamamia salgono sul palco tre pazzi in tuta da astronauti: gli Hormonauts, ed è già ora di alzare il culo e muoverlo, perchè con la loro miscela impossibile di swing-punk-rockabilly-rock’n’roll anni ’50, ecc…è impossibile stare fermi! Il groove swingato creato da un batterista disumano e dal contrabbasso ti prende i piedi e li scuote,li agita e ti ritrovi senza neanche accorgertene in mezzo a 2000 scalmanati a sudare e a buttare giù peso. Le loro canzoni vengono interotte da richiami alla mitica Wipe Out e altre, poi riprese, peccato per l’esclusione di Girl at the station bar e di Hormone Hop, il concerto si conclude con I see two nel delirio generale. Il miglior gruppo uscito recentemente in Italia.

Dopo di loro è la volta del “nuovo gruppo formato da Joxemi + Miki”: i No Relax, di cui conoscevo solo Continuerò, il singolo…la band non è male, non sono mai stato particolarmente fanatico della voce di Miki, ma devo dire che un songwriting decisamente superiore come quello di Joxemi la valorizza, La gente partecipa abbastanza, continuamente incitata da Miki, e Continuerò scatena un discreto casino….solo un ultimo appunto: ho notato solo io che la melodia della canzone testè citata ricalca il passaggio di Bohemian Rapsody (non chiedetemi di chi è per favore) in cui dice “Mama, put a gun against is head/ pull the trigger now he’s dead”?…vabbè, roba per maniaci, passiamo oltre.

Passiamo anche oltre i 3 allegri ragazzi morti che non ho visto per mancanza di professionalità mia, e veniamo direttamente alla band che tutti stavano aspettando: gli Ska-P. Ormai non c’è neanche più bisogno di dire che sono ottimi musicisti e grandi intrattenitori, ormai un concerto degli Ska-P più che un concerto è un rito che viene consumato da decine di migliaia di giovani su e giù per l’Italia; questa volta rispetto agli scorsi tour ci sono anche delle novità: si apre con El gato Lopez, ska velocissimo che coinvolge tutto il pubblico in un ballo distruttivo, poi viene recuperata Sexo y religion che non suonavano più, con Pipi travestito da cardinale che si intratiene in atti decisamente non adatti ad un cardinale, con una bambola gonfiabile….stasera recuperano anche ETTS, che a Milano non avevano fatto, scatenando il singalong all’inizio (“Joder, con las EETS/ Joder, cuando van a arder…”) e il macello a metà…macello che però non può essere paragonato a quello scatenato dall’immensa El vals de l’obrero, l’inno della nuova generazione. Alla fine Pulpul saluta tutti dando appuntamento per il 19 Luglio a Genova (vi ricorda qualcosa? Genova…19 Luglio?) e attaccando a ruota Cannabis, Mis Colegas e inaspettatamente Casposos.

Ormai mi astengo da qualsiasi commento, ogni concerto degli Ska-P per me è IL concerto perfetto: pubblico sempre esaltato, band sempre a pieno regime. Cosa si può chiedere di più?Ah, si,dell’altra vodka alla menta!


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: