STRENGTH APPROACH: Sick Earts, Die Young

STRENGTH APPROACH: Sick Earts, Die Young
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
STRENGTH APPROACH: Sick Earts, Die Young

“La piu’ importante Hardcore band italiana”.
Cosi’ recita la rassegna stampa che accompagna il nuovissimo CD degli Strength Approach…
Ho subito pensato: cosi’ si mandano a benedire quasi 30 di storia dell’HC italiano che fanno capo a Band davvero storiche…Mah!!! …alla Wynona sono impazziti.

Detto questo e inserito il CD nel lettore devo ammettere che è davvero una mina e la riprova è che quel povero lettore CD, ormai impreca la sosta, mi ero sbagliato alla grande.
Nonostante in molti dicano il contrario, personalmente mi sento di dire che in italia viviamo un momento incredibile e parlando di HC sono moltissime le band che ormai hanno assimilato e portato alla ennesima potenza gli insegnamenti delle HC_band che sin dai primi anni 80 hanno caratterizzato il genere.

Ascoltando le tracce di questo CD sono certo che troverete molti riferimenti che del resto caratterizzano lo stile stesso e senza dei quali l’HC non è HC, Velocita’, Furia sonora e molta rabbia, rabbia che certamente la citta’ natale di questa Hardcore band emana tanto quanto la sua bellezza.

Tra Vecchia e nuova scuola, è certamente qui che colloco questo nuovo lavoro, un ponte fatto di solidita’ e di ardua architettura moderna e dove sia il punto debole della catena non so dirvi ma certamente la voce di Alex sXe è devastante quanto quella di Mauro Codeluppi dei Raw Power delineata da testi di alto livello e che certamente con il tempo potranno diventare dei Must imperdibili.

Non si puo’ certo dire che la band non abbia esperienza tale da potersi permettere di potere gridare forte la sua voce, ben oltre i dieci anni di attivita’ la dicono lunga circa il carattere che amanano ad ogni singola traccia di questo nuovo “Sick Earths, Die Young” e la cover compresa la dice lunga, ma in questo CD nulla è lasciato al caso.

A proposito, è gia’ nei negozi, che aspettate? HC Will never Die e se i circa 25 minuti vi sembrano pochi pigiate nuovamente play…dopo la Ghost Track.

Track list:
01. Nothing remains02. The greatest guilt03. Walk away04. Lie awake05. Where were you06. Break the fall07. Why do you come around?08. Another song of separation09. See through your lies10. Drawing lines11. Tonight12. Kill the sound00. Ghost track


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: