THE DIRT RADICALS: Energia e passione made in London

THE DIRT RADICALS: Energia e passione made in London
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

TDR

I Dirt Radicals sono un terzetto punk proveniente direttamente da Londra, ma originari s Sydney. Recentemente abbiamo fatto sue chiacchiere con il frontman Sam:

Ciao Sam! Benvenuto su Punkadeka.it! Innanzitutto via con le presentazioni!

Hey Hey! Siamo i Dirt Radicals e viviamo a Londra! Suoniamo pop-punk/punk-rock in giro ormai da 4 anni, abbiamo girato in lungo e in largo l’Asia e il Giappone, e tra poco cominceremo con il nostro primo tour europeo!

Ho letto che due di voi,  te e Matt provenite dall’Australia, mentre Mas viene dal Giappone. Come vi siete conosciuti e come vi è venuta in mente l’idea di formare una punk-rock band a Londra?

Effettivamente può risultare strano tutto questo! Vi spiego: siamo cresciuti insieme a Singapore e tutti amavamo le stesse band: The Ataris, No Use For a Name, Millencolin etc… Spesso andavamo ai concerti insieme, e questa passione per la musica che ci accomunava e accomuna tutt’oggi ci ha portato a formare una band.

Cosa significa per voi suonare punk-rock in una città come Londra e in una nazione come la Gran Bretagna? The Clash, Sex Pistols, The Damned, UK Subs etc… sono solo alcuni dei nomi che hanno fatto di Londra una capitale mondiale del punk.

Noi amiamo tutte queste bands! In particolar modo i Clash e i Sex Pistols! Additittura viviamo lungo la strada della vecchia casa di Johnny Rotten (Sex Pistols) nel quartiere di Fulham! Per noi è una bella soddisfazione suonare questo genere di musica in paese come la Gran Bretagna!

Quali sono le band che hanno formato i Dirt Radicals e dalle quali avete preso più spunto per la vostra musica? 

Quando eravamo più giovani le nostre influenze andavano dai Green Day, ai Nofx, dai Blink 182 agli Ataris fino ad arrivare ai Sum 41. Ma ora che siamo cresciuti ci siamo aperti anche ad altro: Elliot Smith, The Wallflowers e Ben Folds solo per citarne alcuni. Ad oggi ci ispiriamo a tutto ciò che ci trasmette emozioni: dal Rock al Countru al Jazz. Penso che sia una diretta conseguenza dell’evoluzione e della maturità nostra personale e della band in generale.

Qui in Italia le cose non vanno un gran ché bene a livello di live show: molti gruppi snobbano il nostro paese durante i loro tour, e la situazione interna non è migliore. In Gran Bretagna invece come vivete la situazione live?

Qua in Inghilterra la scena punk-rock è abbastanza sviluppata a llivello di underground, anche se ultimamente l’indie-folks sta prendendo sopravvento su tutto il resto purtroppo… Fortunatamente esistono e resistono piccoli club che fanno suonare live le band: per l’appunto nel mese di luglio saremo in tour con i nostri amici Go-X e gireremo molti punk club. Sono sicuro che sarà una forza! Non vediamo l’ora!

So che avete suonato di spalla a gruppi come Guttermouth, MxPx, Good Charlotte e Sum 41: com’è condividere il palco con band di questo livello?

Si abbiamo suonato con alcuni dei nostri idoli del passato, ma anche del presente ed è stato incredibile! Penso che sia il sogno di tutti poter condividere il palco con gruppi da sempre ascoltati! Posso dire che quando eravamo più giovani c’era il fattore novità, ma oggi che siamo maturati e cresciuti ci basta solo di essere preparati musicalmente e poi quello che viene tanto di guadagnato! Questa è la nostra concezione di punk-rock e il modo in cui viviamo il punk-rock quotidianamente.

Mostri sacri esclusi il punto più alto del punk-rock made in England è stato negli ultimi anni occupato dai Towers of London . Ci sono band che meriterebbero una maggiore considerazione?

Mi vengono subito in mente 2 bands: i Gallows se parliamo di hardcore punk e gli Spycatcher. Inoltre, anche se non c’entrano molto con il punk, consiglio vivamente i Deaf Havana e i Don Broco. Spaccano!

Sta per uscire il vostro nuovo disco “Enter Destroyer”. Parlaci di questo nuovo lavoro!

Enter Destroyer” è il titolo del nostro nuovo disco. Ci abbiamo lavorato per quasi 2 anni, e siamo più che soddisfatti del lavoro che abbiamo portato a termine. Io personalmente ho dato tutto me stesso per questo album, e penso che sia uscita fuori la scrittura più bella che abbia mai fatto. Anche i miei due compari si sono impegnati al massimo per questo album. Ci piace moltissimo e spero possa piacere anche a voi!

L’uscita dell’album coincide con il vostro primo tour europeo. Sensazioni alla vigilia della partenza? Verrete anche a trovarci in Italia?

Non vediamo l’ora di partire per questo tour! Per noi è una novità e siamo pronti e carichi al 100%! Saremo chiaramente in UK, ma anche in Spagna, Francia, Germania, Olanda e verremo anche a trovare voi italiani! E sarà sicuramente un piacere!

Sam è stato bello parlare con te! In bocca al lupo per il tour e per il disco! Lasciate i vostri contatti e se volete dire qualcosa ai lettori di punkadeka.it, fatelo pure! A presto!

Grazie mille a tutti voi! Un grande saluto ai lettori di Punkadeka! Speriamo di incontrarci per una o più birre durante il nostro tour italiano! Per tutti coloro che sono interessati lasciamo il link itunes del nostro nuovo disco: https://itunes.apple.com/us/album/enter-destroyer/id646487667, che può essere acquistato anche sul nostro store on-line: http://thedirtradicals.bigcartel.com. Veniteci anche a trovare sulla nostra pagina facebook www.facebook.com/thedirtradicals ! Un saluto a tutti dai Dirt Radicals!

 

 


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: