THE MENZINGERS: Rented World

THE MENZINGERS: Rented World
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
THE MENZINGERS: Rented World

A due anni dallo stupendo “On The Impossible Past” tornano i Menzingers con il nuovo “Rented World”, uscito pochi giorni fa, stranamente, per Epitaph Records (dico stranamente tenuto di conto di tutta la merda che mr. Brett sta facendo uscire negli ultimi anni). Il quarto disco della punk-rock band di Scranton, Pennsylvania è una vera e propria gemma, punto. Sarebbe stato difficile fare un lavoro migliore di “OTIP”, loro ci sono riusciti e mi assumo tutte le responsabilità di questa affermazione. Le chiacchiere con gli amici, subito dopo l’annuncio della futura uscita del nuovo album giravano tutte intorno ad un unico concetto: ” “On The Impossible Past” è troppo bello, come cazzo fanno a farne uno migliore?! “… Bene, a parer mio ce l’hanno fatta. Se il precedente mi ha aperto la porta verso l’amore nei confronti di questa band, “Rented World” mi ha segnato e illuminato la via dello stalkeraggio nei confronti dei quattro ragazzi nord-americani.

Le anticipazioni lasciavano ben sperare: In Remission I Don’t Wanna Be An Asshole Anymore (della quale è stato girato un divertentissimo video) sono pezzi troppo belli per non figurare all’interno di un disco da 10 e lode e le aspettative sono state tutte appagate. Le colonne portanti di “Rented World” sono tre: Rodentpezzo di una tristezza ma allo stesso tempo di una bellezza che mi ha lasciato senza fiato sin dal primo ascolto, The Talk, la canzone più punk-rock del disco con i suoi cambi di ritmo (in realtà filo conduttore di tutto l’album) maledettamente azzeccati e Nothing Feels Good Anymore, il titolo dice tutto. Intorno a queste tre perle si insediano pezzi con la P maiuscola come Bad Things (ora manca solo Horrible Things dopo Good Things Nice Things), Where Your Heartache Exsist, My Friend Kyle, Hearts Unknown e persino la ballatona finale When You Died. Insomma tutte.

Chi cerca rabbia, melodia, tristezza e allegria DEVE avere questo disco.

Tracklist:

I Don’t Wanna Be An Asshole Anymore

Bad Things

Rodent

Where Your Heartache Exist

My Friend Kyle

Transient Love

The Talk

Nothing Feels Good Anymore

Hearts Unknown

In Remission

Sentimental Physics

When You Died


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: