THE NO ONE

THE NO ONE
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

Grazie ad un esperienza live piuttosto consolidata, i No One hanno ormai assunto un ruolo importante nella scena Hc melodica Italiana, quest’anno li abbiamo visti anche protagonisti del Deconstrction Tour…
Aveterecentemente suonato all’ultimo Deconstructiontour, uno dei più importanti festival chesbarca in Italia. Come è stato, quali sono levostre impressioni?

Le impressionisono le più positive immaginabili. Suonare inun festival come questo penso ti diadelle emozioni davvero straordinarie edindescrivibili. Sicuramente è stato di grossoaiuto per la maturità del gruppo e di certoci ha aiutato nel farci conoscere siaall’interno del contesto italiano che tra gliaddetti ai lavori. E’ una cosa che ci rimarràdentro per sempre credo. E per questo dobbiamoringraziare Sandro e Corrado di Indipendenteper aver creduto in noi.

 

 
Qual èstato il vostro rapporto con le altre bands?
Differenziatotra band e band. I Pennywise sono statidavvero cordiali e sembravano interessati anoi, nel senso che volevano saperne di più,hanno voluto cd e magliette…etc…così comei Beatsteaks, davvero degli ottimi musicisti edelle ottime persone. Con le altre bandabbiamo avuto incontri sporadici (la maggiorparte della gente è rimasta nel tourbus finoa 10 minuti prima di suonare…), ma abbiamopotuto appurare che la cordialità, lagentilezza e la bonarietà erano di casa.
 

 

 

…e ilgruppo che ti è piaciuto di più?
Come personedecisamente i Beatsteaks, …se inveceparliamo del concert overo e proprio…direiBoy Sets Fire, davvero un colosso di potenzaed energia in ambito emocore.
 

 

Oltre alDeconstruction, avete suonato con altre bandsimportanti internazionali… Con chi vi sietetrovati meglio?
Dicoamo congli Undeclinable, con i quali abbiamo passatopraticamente tutta la serata. Si sonodimostrati davvero simpatici esuperdisponibili (un chitarrista voleva cheusassi la sua cassa per la chitarra perovviare ai problemi di spazio sul palco!!!) ecomunque penso che anche loro possano dire lostesso di noi. Speriamo di riincontrarlipresto sul palco…

 

 
Qual’èstata la vostra miglior esibizione? ….ilmotivo?
Credo siaavvenuta circa un mesetto fa, durante unfestival di Radio Lupo Solitario. Ti spiego:il tutto doveva vertire su due giorni…(tra igruppi…Punkreas, Persiana Jones, Derozer,Pay, Traccia Zero…etc…) e noi avremmodovuto suonare il primo. Per problemi dipioggia slittò tutto al secondo giorni edalcuni gruppi "saltarono". Sta difatto che la pioggia si fece vedere anche ilgiorno dopo e praticamente gli organizzatoredecisero di far suonare solo i Punkreas. A noiquesto cosa scocciò non poco, dato cheavevamo passato due giorni lì ad aiutare…etc…ementre stavamo andandocene Eliseo di radioLupo ci "ordinò" di salire subitosul palco e di suonare. tanta la rabbia incorpo che nei 15 minuti a disposizione abbiamodatto il meglio. Tanto che poi le vendite sonoandate molto bene…anche se nella zonaavevamo suoanto molte altre volte e quindi levendite lì potevano considerarsi concluse…

 

 

Come vitrovate a lavorare con la Point Break Records?
Bene, davverobene direi. Enrico & soci puntano molto sudi noi e speriamo di ricambiare la lorofiducia. Pensa che si sta già pensando allaproduzione del prossimo disco (Febbraio 2002),per preparare al meglio le cose.
 

 

Il vostro ultimo cd è uscito da diverso tempo,ascoltandolo ora, cambiereste qualcosa?
Penso chechiunque ascolti il proprio disco o la propriamusica con un anno di distanza possa trovarequalcosa da cambiare. Ma penso che il primodisco serva anche a questo. E cioè a farstasparire gli errori che dovranno essere poicancellati con successivo disco.
 

 

Aveteiniziato a scrivere qualcosa per un nuovoalbum?
Sì, abbiamo già6 pezzi pronti e altri 3 da completare e/oarrangiare. Ne vogliamo 13-14 per il prossimodisco…abbiamo da lavorare ancora molto…
 

 

 

Qualisono le influenze  musicali dei The NoOne?

Molte, forsetroppe. Ascoltiamo tutti generi simili madiversi tra loro e questo fa si che il nostrosuond abbia davvero molte sfaccettature.Personalmente adoro scoprire nuove bands(quello che feci anni fa con gli amici UselessID, The Undecided, Craig’s Brother…etc…) ecerco di mantenere una certa spontaneitànell’arrangiamento dei nostri pezzi, che"sforniamo" sempre tutti assieme.

 

 

Qual’èsecondo te un disco recente da non perdereassolutamente ? e perchè?
Recente recentedirei "Bad Story, Happy Ending"degli Useless ID…se invece andiamo un po’ piùsul meno recente…senza dubbio "MoreBetterness" dei No Use For A Name, unasorta di manifesto per la nuova ondata PopPunk.
 

 

Parlacidella KEEP HOPE PROMOTIONS..
Non c’è moltoda dire…la Keep Hope Promotions èun’agenzia che si occupa della promozione edel booking dei The ne e da settembre dellealtre band della Point Break Records. So chestanno cercando anche altri gruppi italiani eche sono in contatto anche con grosse bandstraniere…posso dirt iche lavorano davverobene…
 

 

Prossimenovità per i The No One?
Andiamo perordine…una grossa novità la scoprirete dasoli tra poco…non dico altro…poi si pensaad uno split per fine anno e al nuovo lavoroper Febbraio del 2002, preceduto da un singolocoadiuvato da un video molto molto divertenteal quale stiamo tuttora lavorando con un amicoed il regista. Poi…non saprei…il futuronon è prevedibile…
 
The No One
Via Pola 19
21010 SanMacario (Va)
tel 340 2530840
 
Point BreakRecords
info@pointbreakrecords.com


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: