THE PEAWEES live @ Tender:club

THE PEAWEES live @ Tender:club
A cura di   |     |  
 1 Commento

20141017_234211Dopo averli visti in azione allo Spazio Boss di La Spezia insieme ai  Vanjas nuova band nata da una costola dei Demons e ai mitici Sonics, quale occasione migliore per replicare al Tender Club di Firenze.
Si sto parlando proprio di loro, degli spezini Peawees capitanati dal maestro Hervè Peroncini, dal sempre verde Carlo Landini, dalla new entry Tommy Gonzalez alla batteria, texano da poco trasferitosi in
Italia e da Fabio Clemente, bassista anche della storica punk band Fall Out. Il clima non è dei più incandescenti, ma alle 23.00 si presentano sul palco da veri rockers ed Hervè impugnando la sua scintillante Gresch rossa fa ricredere tutti i presenti aprendo di fatto il concerto con  “Memories are gone” tratta dall’ultimo album “LEAVE IT BEHIND”, una vera chicca per gli amanti del genere.
Il nuovo album si presenta come il loro più maturo e la dimensione live non fa che confermare tale impressione. Hervè ringrazia più volte i presenti per l’ attenzione riservata ai nuovi brani e i fan ricambiano con pogate quando il ritmo si fa selvaggio.
Minuti e secondi scorrono via lisci e più che un concerto sembra una piacevole serata passata in compagnia di amici birra e rock’ n roll, quando dopo circa 30 minuti la band abbandona il palco per il primo cambio di camice. A gran richiesta con un incessante applauso e un bellissimo gioco di luci i 4 si ripresentano più carichi che mai e danno inizio alla seconda parte del concerto con “When you walk on my pride” traccia del loro ultimo split 7” “LIZA AND LIPS/THE PEAWESS”.
Alla mezza sembra sia arrivato a conclusione, le luci si spengono e la band scompare di nuovo nel backstage, ma no, i valorosi e determinati presenti non ci stanno, non questa sera e con un  boato inneggiano i Peawees all’ennesimo biiiis biiiis biiiis!!!
Attendiamo con la speranza che qualcosa da un momento all’ altro succeda e infatti poco dopo si ripresentano di nuovo sul palco, promettendoci questa volta che sarebbe stato l’ ultimo pezzo. “Don’t knock at my door”…la ciliegina sulla torta.
Il palco si svuota, le luci di sala del Tender club si accendono, la musica in sottofondo (o come la chiamo io “sfolla gente”) parte, è davvero finito…Peppeee…facciamoci una birra!!


Commenti (1)

  1. vans ha detto:

    Indubbiamente uno dei migliori gruppi italiani THE PEAWEES!
    Complimenti per l’articolo, mi è venuta un improvvisa voglia di ascoltarli!

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: