The STAB: Punk77 “The STAB” Discography

The STAB: Punk77 “The STAB” Discography
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
The STAB: Punk77 “The STAB” Discography

 Dalla Bologna Punk…Se qualcuno non li conoscesse ancora, allora ecco un bel regalo da parte di Flavio della COTD Rec. che ci ripropone un pezzo di storia di PUNK 77 con un Booklet davvero curatissimo sotto tutti i punti di vista ed esaustivo per gli assetati di informazione, foto e non solo..
The STAB, una band che ha tracciato la strada per molti che ora calcano palchi vogliosi di gridare ed urlare la rabbia e quant’altro c’è da urlare nell’immenso spazio dell’etere. The STAB gia’ molti anni fa gridavano le stesse parole e sembra che nulla sia cambiato nonostante tanti movimenti, lotte, etc etc…ulteriori info sulla loro storia li trovate sul loro sito ma per accrescervi la curiosita’  vi dico che erano attivi in altre Band Bolognesi, Steno vi dice nulla?
Per fortuna sono tornati, non sappiamo se in pianta stabile ma intanto per chi vorra’ potra’ vederlilive da febbraio 2004 e speriamo che l’adrenalina cresca tanto e che porti i “ragazzi” a riprendere in mano gli strumenti in pianta stabile e darci nuove emozioni con nuovi brani inediti.

La Discografia su CD parte dal primo EP del 1991 che secondo il mio parere resta un capolavoro per suoni (tenuto conto dei tempi) testi, ed attitudine che traspare attraverso le 4 tracce…”Indifferenza” il mio preferito ma non solo.Poi la storia va avanti ed ancora un brano “Un latra primavera” tratto dalla compilation edita dall’etichetta di Marco Balestrino che mi piace ricordare per non dimenticare che è, nonostante le polemiche, una personaggio cardine della storia PUNK_Oi! Italiana e non solo, non dimentichiamolo e rispettiamo chi prima di noi si è fatto il culo ed è continua l’attivismo nella scena.Arrivano anche le registrazioni del Demo datato 1990 che riporta 5 brani interessanti tar cui “Ubriaco e depresso” che mi riporta ai bei vecchi tempi…e di seguito tutto il primo album “Nessun Ribelle” del 1994, canto del cigno per gli STAB che allora ci aveva lasciato con l’acqua alla gola, album ormai introvabile e di importanza fondamentale, immancabile nella propria discografia di base…ora non ci sono scuse per procurarselo.La presenza di una bonus Track Unrealised, doverosa cover ad una delle loro Band di riferimento quali The CLASH sono stati e sono ancora per gli STAB.Termina così questo lavoro che restera’ certamente un pezzo importante da avere per comporre il grande puzzle della storia italiana del PUNK, quello che vive ancora a caratteri cubitali nelle periferie delle citta’ e che accomuna ancora molti Kids.
Noi speriamo di rivedere sulla strada gli STAB…questo il nostro augurio sincero.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: