US BOMBS – Photo Live @ Onirica – Parma 20.01.2011

US BOMBS – Photo Live @ Onirica – Parma 20.01.2011
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

Gli U.S. Bombs nascono a Orange County, in California, nel 1993, fondati dal cantante Duane Peters, ex campione di skateboard (nel ’78 è stato il primo al mondo a riuscire fare il giro della morte su una rampa circolare), e dal chitarrista Kerry Martinez, ai quali si aggiungono, per completare la formazione, il chitarrista Chuck Briggs, il bassista Steve Reynolds ed il batterista Alex Gonzales. Agli inizi il gruppo, che si ispira ai Sex Pistols, suona dove può, e a volte effettua concerti al Laundromat, un locale dove la band usa ritrovarsi con gli amici, che spesso terminano in seguito a irruzioni della polizia. Il primo lavoro è un doppio EP che esce nel 1994, “Scouts Of America”, seguito dall full-length “Put Strenght In The Final Blow”, uscito nel ’95. L’anno successivo escono l’EP omonimo, per l’Alive Records (che ha offerto un contratto alla band nel ’95), ed uno split con i Bristles (con un brano a testa), per la Beer City Records (una casa produttrice di skateboards che si è allargata diventando anche etichetta indipendente).

Lo stesso anno sempre per la Alive esce il primo album “Garibaldi’s Guard”, in seguito al quale Steve e Alex se ne vanno, sostituiti rispettivamente da Wade Walston e Chip Hanna. Nel 1997 esce sempre su Alive l’EP “Never Mind The Opened Minds”, con titolo in tributo ai Sex Pistols (dal loro album “Never Mind The Bollocks”), in seguito al quale viene offerto alla band un contratto dalla Hellcat Records, casa discografica di Tim Armstrong dei Rancid, per la quale esce nel settembre dello stesso anno “War Birth”. Gli U.S. Bombs partono così per un tour di promozione che li vede girare cinque volte gli Stati Uniti (approdando anche in Canada per la prima volta) ed una l’Europa in nove mesi, prima che, nell’ottobre del ’98 Chuck, malato di Aids, sia costretto a lasciare il gruppo, venendo rimpiazzato da Johnny “Two Bags” Wickersham. Sempre nel ’98 Duane fonda, insieme a Patrick Boissel, già fondatore di Alive Records e Total Energy Records, la Disaster Records, prima che gli U.S. Bombs registrino con il nuovo componente un nuovo full-length, “The World”, co-prodotto da Fletcher Dragge dei Pennywise, che esce nel giugno del ’99, seguito qualche settimana dopo, sempre in giugno, dall’uscita della ristampa del primo full-length, “Put Strength In The Final Blow”, ad opera della Alive Records. Intanto Duane ha iniziato a suonare in un gruppo side-project, i Duane Peters And the Hunns, prima che nell’aprile del 2000 Johnny lasci il gruppo per unirsi ai Social Distortion, che erano in crisi e senza un chitarrista a causa della morte di Dennis Danell, mentre il 4 luglio anche Chuck Briggs muore, di Aids. Ma i lutti continuano in quanto, sempre in luglio, anche la figlia di Chip muore: questa serie di sfortune accentua i contrasti all’interno della band, che molte volte già in passato è arrivata alle mani (anche a causa dei problemi di alcool di Peters).

Le liti vengono messe da parte a fine estate per le registrazioni di un nuovo album e per le riprese di una commedia americana (in cui suonano per il Presidente degli Stati Uniti), che va in onda in novembre sulla NBC, prima che in dicembre partino per un tour europeo. Il nuovo full-length, “Back At The Laundromat”, viene registrato in quattro ed esce nel marzo del 2001, prima che in primavera il gruppo torni ad essere un quintetto, in quanto si aggiunge come secondo chitarrista Nate. In novembre la Beer City Records rilascia l’EP “Great Lakes Of Beer”, mentre nel gennaio del 2002 esce il primo live del gruppo, “Lost In America/Live 2001”, per la Disaster Records, registrato durante il tour di promozione dell’ultimo full-length (da cui sono tratte il maggior numero di canzoni) nel Nord America. In maggio Nate, dopo circa un anno che è nel gruppo, viene sostituito da John Boscoe, con il quale gli U.S. Bombs continuano a lavorare su un nuovo album. (fonte Web)


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: