YOUNGANG: Il Santo

YOUNGANG: Il Santo
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
YOUNGANG: Il Santo

Quarta uscita per gli Youngang, gruppo che ormai è in giro da qualche anno e ha saputo farsi apprezzare, anche se non si era (finora) confrontato con un disco vero e proprio. Il risultato è qui fra le mie mani ed è molto buono: 12 pezzi, lo stile è rimasto quello che li contraddistingue, ovvero oi! molto melodico con qualche spruzzo di punk rock targato ’77, canzoni semplici con testi belli incazzati in piena tradizione oi, l’unica cosa che è cambiata è il cantante, una voce meno particolare ma ugualmente incisiva (anche se il vecchio singer torna per una canzone). Spicca tra gli altri la cover di un vecchio canto anarchico di protesta, ossia “Dimmi bel giovane” (“la casa è di chi l’abita è un vile chi lo ignora, il tempo è dei filosofi, la terra di chi la lavora”) qui in versione combat-folk con tanto di fisarmonica di sottofondo, da segnalare anche la ripresa della bellissima “Lottano fra loro” che era apparsa sul loro primo 7”. Per quanto riguarda le nuove canzoni molto belli “Non c’è differenza”, pezzo contro lo sfruttamento animale dove la musica è più rabbiosa e veloce, e “Il santo”, molto ironico e ricco di cori “da bar”(!), anche se pure il resto del disco trascina e i pezzi sono tutti validi. Consigliato a tutti quelli che cercano un disco da cantare a squarciagola con gli amici!!!!


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: