BLACK FLAG: Revenge (live in Milan 1983)

Ripescato chissà dove e chissà da chi, questo CD riporta brevemente in vita in 17 tracce lo storico gruppo di Henry Rollins, catturato dal vivo durante il concerto a Milano raccontato anche da Marco Philopat nel suo libro sul Virus (o meglio, Philopat parla dei casini che videro protagonisti i virusiani che stavano picchettando l’ingresso del locale per protesta contro l’organizzazione del gig). Il disco si presenta splendidamente con una fantastica copertina, e all’interno un paio di belle foto e una sorta di “diario di bordo” scritto appunto da Rollins; per quanto riguarda la registrazione, questa è sicuramente il punto debole del disco. Capiamoci: ho sentito di peggio nella mia vita, non siamo proprio a livello di bootleg registrato in mezzo al pubblico, alcune canzoni si sentono anche piuttosto bene e comunque ogni strumento è sempre distinguibile e la voce non è registrata male; ricordiamoci poi che questo disco è un po’ un “documento d’epoca”, vista la datazione e tutto… Per il resto le canzoni sono ottime e suonate bene (“My war”, “American Waste”, “Scream”, “Rise above” tra le altre), ma del resto è quello che ci si aspetta dai Black Flag, no? La potenza del gruppo in versione live traspare perfettamente dai pezzi, la potenza delle chitarre, la voce incazzata e la batteria velocissima che lascia senza respiro nella più classica tradizione HC… Insomma, visto il prezzo scontato di questo disco e le emozioni che lascia a chi non cerca solo un suono pulito e poppettoso, io vi consiglio di acquistarlo se lo trovate sottomano…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbero interessarti anche ...