EMMURE: Goodbye to the gallows

Ciò che mi chiedo è: che senso ha un gruppo come gli Emmure?

La risposta è semplice, nessuna.
Il loro è un metalcore scolastico, fatto della solita ricetta breakdown, riff metallosi e cantato che alterna fasi gutturali ad altre più melodiche molto simili a quelle del cantante degli Every Time I Die.

La solita solfa insomma, farcita di stacchi mathcore (ciò che suonano i Norma Jean per intenderci), il solito Zeuss alla produzione che povero lui ormai non sa più che cosa tirare fuori da band come questa e una violenza fine a sé stessa che fa quasi tenerezza per quanto è finta.
Probabilmente (anzi sicuramente) negli States questa band sarà già osannata o alle prese con contratti milionari, fortuna vuole che l’Europa riesca ancora a distinguere ciò che è valido da ciò che è spazzatura. E in questa occasione è proprio lecito dirlo: yankees go home!
Voto: 4/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Article

Lavori in corso

Next Article

Collabora con Punkadeka.it

Potrebbe interessarti..
Total
0
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!



Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.