Punkadeka.it Survive 2021

NITROJUICE: Dark room Vernissage

Anche al sud qualcosa si sta muovendo e in Redazione stiamo constatando tutto ciò vedendo l’alto numero di demo e produzioni che ci arrivano da quelle terre da troppo tempo lontane dalle cronache musicali. Come avete potuto facilmente capire i Nitrojuice provengono dal sud, precisamente da quel di Lecce e hanno avuto la fortuna di trovare spazio nel giovane, ma ogni giorno più folto, roaster di casa Nh-N Records.
Non è la prima volta che sento parlare di questa band perchè gia qualche mese fà mi era giunto in redazione il loro primo demo in cui erano presenti due canzoni che a dir il vero mi avevo piacevolmente sorpreso ma che mi parevano decisamente insufficienti per esprimere alcun tipo di giudizio. Ecco arrivare quindi a pochi mesi di distanza il loro primo full-length (anche se contiene solo 7 pezzi).

Come molte (troppe) produzioni dell’ultimo anno “Dark Room Vernissage” cerca il proprio posto al sole all’interno dell’affollata scena emo-core italiana. Più che di emo-core ormai penso sia più giusto parlare di “manierismo” (non stò parlando sicuramente della corrente artistico/pittorico). I Nitrojuice appunto fanno musica “alla maniera di”, e qui potrei trascrivere un elenco interminabile di band “fotocopia”.
Intendiamoci bene, questo album non è affatto male ma purtroppo paga la scarsa originalità e si và ad inserire in un ambito mainstream in cui i grandi gruppi hanno le fette grandi di scena e di riscontro del pubblico e lasciano le poche briciole alle piccole band che come cani affamati si azzannano per un minimo di considerazione da parte della scena.

I Nitrojuice suonano il classico emo-core fatto di una buona sezione ritmica e discrete melodie vocali. Inutile citare i classici Get Up Kids o Ataris che da un primo ascolto sembrano veramente il background sul quale si è formata la band leccese. Inoltre le chitarre hanno un vago sentore di scuola metal con buoni riff che per certi versi ricordano i Thrice.

Nel complesso una buona produzione ma che per quanto riguarda personalità e originalità si dimostra ahimè scarsa. Ora sta alla band decidere se continuare a scimmiottare l’American way of Emo-core o tirare le fuori il talento (che sembrano avere) e soprattutto le palle per dire la loro in questo campo. A voi decidere Nitrojuice!
Voto 6 ½ (Buono però…)

Tracklist
1. Bodyfixer2. Hanging on a while3. 20 seconds alone and domino’s theory4. Once I tried5. Good smood syringe6. Back to old rythms7. Soda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato con tutte le news direttamente nella tua inbox!

Iscriviti alla newsletter, inserisci la tua email:

Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03) NO SPAM! Potrai disiscriverti in qualisasi momento.

Previous Article

Lavori in corso

Next Article

Collabora con Punkadeka.it

Potrebbe interessarti..
LEGGI TUTTO

WILD SOUND FROM THE PAST DIMENSION

   Wild Sound From The Past Dimension, compilation della Go Down Records  realizzata insieme                   all’associazione Circolo  Fantasma…
I PROSSIMI CONCERTI
Total
6
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!

Inserisci la tua email


Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.