PUNKORAMA Vol.7

Fresca di uscita, e più puntuale di un orologio, allo scoccare dell’estate eccoci a presentare il settimo volume delle “Punk o Rama”. La compilation della Epitaph è da quando esiste un appuntamento importante per vari aspetti: innanzitutto con il costo di un singolo chi vuole si porta a casa (in questo caso) ben ventuno brani degli artisti sicuramente più rappresentativi di quel sound che ha conquistato il mondo partendo da Orange County, e poi perché questa compilation è specchio fedele delle tendenze presenti e future della “scena”. Una scena che vede una sempre più massiccia presenza di bands (nord)europee, tra le quali meritano citazione gli International Noise Conspiracy, Division of Laura Lee e i Beatsteaks prossimi allo sbarco sul suolo americano, accanto agli onnipresenti Millencolin. Difficile scegliere brani più rappresentativi di altri in un cd dove troviamo dai NOFX ai Rancid (con due brani del famoso split della BYO), dai Bad Religion agli Agnostic Front passando per Pennywise e Dropkick Murphy’s. Tra i “nuovi” segnalazione per i Flogging Molly, ennesima espressione di punk contaminato con il folk, ed i Randy, ormai lanciati alla conquista di un posto al sole. A rendere se possibile ancora più appetibile il tutto ci pensano gli inediti, che quest’anno sono di Hot Water Music, Heideroosjes e Guttermouth, con i primi assolutamente degni di nota in attesa del seguito del fortunato “A Flight and a Crash”. D’accordo, sempre di compilation si tratta, però in un’estate che, almeno qui da noi, è dominata da festivalbar e saranno famosi converrete con me che “Punk o Rama”, nel suo piccolo, sia un passo in avanti di anni luce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbero interessarti anche ...