SUGARCULT

Sono approdati all’Epitaph con il loro album d’esordio, sono stati già paragonati ai Blink 182 e hanno numerosissimi concerti alle spalle. La band Californiana di Santa Barbara ha presentato in anteprima ai lettori di Punkadeka il loro cd… ecco i SugarCult!
Iniziamo con le presentazioni ..raccontaci brevemente come nascono i Sugarcult...

Marko 72: I Sugarcult nascono diversi anni fa, in California. Come tutte le band, anche noi abbiamo iniziato suonando nei garage di amici e per strada, fino a quando non abbiamo mandato il nostro demo ad un’etichetta.

Il gruppo è formato da quattro componenti e da due voci, che partecipano a creare sonorità emo punk, fortemente influenzate da elementi metal.

 

Deka:    Qual è il significato della parola “Sugarcult”?

Marko 72:   Non ha un significato preciso, sta per: birra+ragazze+divertimento!

A dirti la verità non mi ha mai entusiasmato troppo, ma è stato Mike a sceglierlo e ne va estremamente fiero…

 

Deka:    Mi hai parlato di emoPunk con influenze metal .. quali sono le vostre principali influenze musicali?

Marko 72: Lo so che la mia risposta sarà banale, ma tutta la musica, non un genere particolare, influenza il nostro sound. Fondamentalmente, comunque, rock anni 70/80/90 e soprattutto Faith No More!!!

 

Deka:           A cosa vi ispirate per creare i vostri testi e le vostre melodie?

Marko 72: Dalla vita e dalla gente che ci circonda, dal quartiere in cui sei cresciuto, da chi ti ha aiutato, da Santa Barbara…

 

Deka:    Start Static” è il vostro cd di debutto e contiene una vera novità:  Cd + DVD con  tracce multimediali, video musicali e una bonus track  che arricchiscono e completano un album che prometteva già molto bene...

Marko 72: Trovo che questo sia il metodo migliore per raggiungere i nostri fans. La multimedialità ti permette di stringere un rapporto nuovo e più completo con chi acquista il cd: si ha la possibilità sia di vedere sia di ascoltare la band direttamente dal cd. Per il pubblico europeo è stata inserita una ghost track, per scusarci del ritardo, dato che l’album è uscito negli States circa due anni fa… Purtroppo non è stato semplice organizzare la parte di promozione europea, ma finalmente ce l’abbiamo fatta e questo è il nostro regalo per voi.

 

Deka:    Avete prodotto il vostro primo cd “Start Static” con una delle etichette più importanti ad oggi presenti nel mercato musicale internazionale: Epitaph. Raccontateci qualcosa di questa esperienza.

Marko 72: Lavorare con un’etichetta importante come Epitaph è un’esperienza unica. In poco tempo siamo riusciti a realizzare un cd e ad organizzare tutta la parte di promozione europea ed americana. Questo è stato possibile solo grazie all’aiuto di chi opera all’interno dell’etichetta, veri professionisti che hanno dedicato gran parte del loro tempo a noi, al nostro progetto. Dopo tutto cercare un’etichetta è un po’ come sposarsi: bisogna cercare con estrema attenzione!!!

 

Deka:   Ho letto che avete avuto la fortuna di condividere il palco con uno dei gruppi più attivi della scena punk internazionale: i Sick of it All!

Marko 72: Penso che i Sick of it All siano davvero incredibili! Mi sono sempre piaciuti, trovavo che il loro sound fosse davvero unico, così graffiante e duro. Abbiamo avuto la fortuna di esibirci con loro durante alcune date in U.S.A. ed è stato incredibile: un sogno diventato realtà! Ho potuto appurare che non sono soltanto ottimi musicisti e grandi professionisti, ma anche amici fidati, capaci di aiutarti in qualsiasi occasione, persone con cui discutere di ogni argomento, con cui confrontarsi. Ci hanno colpito moltissimo.

 

Deka:    Avete in previsione qualche tour? Verrete anche in Europa?

Marko 72: Presto suoneremo in Europa, forse a giugno, e faremo alcune date in Italia, non c’è nulla ancora di certo ma dovremmo esibirci a Venezia. E’ come tornare un po’ a casa, dopotutto alcuni di noi hanno origini italiane, altri sono tedeschi…

 

Deka:    che suonerete anche in Giappone…

Marko 72: Sono elettrizzato all’idea di esibirmi in Giappone, forse perché ritengo che sia un altro pianeta, totalmente differente dall’Europa o dagli United States…

 

Deka:    Avete nuovi progetti per il futuro?  

Marko 72: Certo, vorremmo collaborare con alcune band di santa Barbara per promuovere una compilation, per far conoscere nuovi gruppi americani al popolo punk europeo!

 

 SUGAR CULT Official web-site

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Article

WATERDOWN

Next Article

HELLO's'PUNK

Potrebbe interessarti..

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!



Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.