About us

Il punk non è un tipo di musica. è una controcultura. Una controcultura che lavora sulla negazione, sulla costruzione di una qualità della vita negando la logica della merce, anche della merce ideologia, e proponendo invece una visione artistica, emozionale, personale e politica della vita. E allora la musica, il look, la propria sessualità, perfino l’aggressività verso l’esterno, a difenderci dalla violenza pervasiva del conformismo sociale, diventano la nostra struttura espressiva, il nostro contenuto. (Helena Velena) 

Punkadeka.it è un magazine online nato con l’intento di promuovere la musica e tutto quello che comprende l’essere ”Punk”.
Divenuto ormai un punto di riferimento per questo genere musicale, offre sempre più spazio alle band emergenti.
Con oltre 7000 articoli, news, recensioni e interviste alle più importanti band del panorama punk mondiale ètestimone di una scena sempre viva.
Gli articoli e le news di Punkadeka.it sono diffuse da radio e giornali, lo stesso staff ha collaborato con pubblicazioni su diverse riviste del settore come la Punkpage sulla rivista “Dolcevita – stili di vita alternativi” e dal 2008 a fine distribuzione ha avuto uno spazio dedicato sull’inserto PUNK di “Rocksound: Band from the web”.
Dal 1999 (anno in cui nacque il sito) fino ad oggi Punkadeka.it ha avuto ottimi riconoscimenti su svariati media.
(Giornali: Rocksound, Rumore, Mucchio Selvaggio, Xl-Repubblica, Corriere della sera, il Giorno, L’Espresso, Quotidiano.net, PCweek, Vogue e molti altri – Radio: Rai Stereo Due, Rete 105, Radio DeeJay, Radio Popolare, Radio Lupo Solitario, Radio Onda D’urto, Rock FM e diverse altre – TV: RockTv, MTV, AllMusic Rai Uno)
Punkadeka.it collabora con le principali etichette discografiche, promoter e organizzatori di concerti nazionali e internazionali, è stato media partner dei più grandi festival italiani e stranieri (SZIGET Festival, Punkrock holiday, Punk rock raduno, Bay fest, Deconstruction tour, Rock in Idro/Idrho, Independence Day, Warped Tour, Antidote Tour ..)
Per quasi dieci anni lo staff Punkadeka.it ha organizzato il seguitissimo ”Premio punk band” presso il MEI (Meeting dell’etichette indipendenti) organizzando showcase e dando riconoscimenti ufficiali a band Italiane come Punkreas, Banda Bassotti, Gang, Manges, Persiana Jones, Klasse Kriminale, PornoRiviste, Stab, Derozer, Los Fastidios…
Nel 2001 ha prodotto insieme a Riot Records “Punkadeka the compilation” doppio cd don 57 band nazionali e internazionali con pezzi e versoni inedite, la compilation è stata distribuita nei negozi e la tiratura è andata sold-out. Punkadeka ha inoltre co-prodotto diversi album di numerose band.
Ha collaborato con RadioClash organizzando i noti Tributi Italiani a Joe Strummer e ha messo in piedi diversi riuscitissimi eventi “Punkadeka Festival” e “Punkadeka night” nei più grandi locali Italiani.
Il 30 Agosto 2019 per celebrare i 20 anni ha organizzato in collaborazione con Hub Music Factory il “Punkadeka 1999-2019 Festival” con un grande riscontro mediatico (fino ad arrrivare sul noto magazine americano “alternative press”) che ha richiamato oltre 1500 persone da mezza Italia sotto il palco del Carroponte di Milano per una grande festa della scena punk rock con Punkreas, Impossibili, Crummy World, FFD, Water Tower, The Cleopatras e Viboras.
Il giorno del festival è inoltre stato presentato “Punkadeka 1999-2019 – 20 anni di D.I.Y.” il libro. Prima edizione cartacea che raccoglie 20 anni di testimonianze delle storia del Punkrock, in vendita sui canali ufficiali (Amazon, Giunti, laFeltrinelli, IlMioLibro..).
Nell’estate 2020 anno del Lockdown per il Covid-19 Punkadeka lancia la campagna benefica “Punkrock against gender violence” per raccogliere fondi per supportare i centri dell’associazione D.i.re (donne in rete contro la violenza), al quale hanno aderito le donne di punk band da tutto il mondo con video interviste e appelli per supportare la causa.
“Tracciare una storia del punk e trovarne una data di nascita e morte è un’impresa molto difficile, ma ancor più difficile è trovare un unico “significato” dietro questo movimento.
Cercarlo è semplificare un discorso molto più complesso; è soffocare le numerose voci e gli individui che ne hanno fatto parte, è voler ridurre ad un semplice fenomeno da analizzare e catalogare qualcosa che per sua natura non si può inquadrare e schematizzare.
Molti pensano che il punk sia stato solo una moda, un genere musicale, un modo bizzarro di pettinarsi e vestirsi, uno stile senza alcun significato, ma non è così.
Comprendere il punk non è difficile perché mancano i significati, semmai per l’esatto contrario: perché le idee e le interpretazioni sono moltissime e molto diverse tra loro, quanto numerosi e diversi sono i giovani di tutto il mondo che si sono avvicinati al punk.
E’ sempre stato vissuto in modo molto soggettivo, diverso a seconda del clima politico, sociale ed economico nei luoghi in cui si è diffuso tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80.
E’ per questo che la parola punk comprende molte esperienze diverse, alcune anche in contrasto tra loro, accomunate da un uguale rifiuto e repulsione per la società e tutto ciò che ne fa parte, unite solo dal desiderio di essere diversi e stare fuori dal sistema.”
(Susanna Vigoni Tesi di Laurea Punkamin-Azione c/o Scienze Politiche Milano)

Punkadeka.it è un progetto ideato e sviluppato da Fabio “Deka” De Capitani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!



Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.
X
X